Effetti Immagini

Pagine

sabato 10 settembre 2011

Le indagini del SISDE


Cari amici del Blog, oggi sono tormentata da un grande dilemma morale: parlo o non parlo? Ebbene parlo e libero la mia coscienza. Questa mattina prestissimo , mi chiama al cellulare un mio amico che lavora alla Farnesina e mi dice:- Shayra, so’ che non crederai a quanto sto’ per dirti ma ascoltami bene e poi decidi se farlo sapere al popolo del web oppure no-. Dimmi , gli rispondo con ansia e trepidazione….Ecco in sunto quanto è stato appurato dal SISDE dopo attentissime indagini:
Valter Lavitola  consulente di Finmeccanica, era in Libia  in missione di pace. Frattini lo ha inviato a Tripoli sulle tracce di una cellula dormiente di separatisti Vichinghi che hanno in odio l'Occidente cristiano e vogliono reintrodurre il paganesimo attraverso una serie di attentati suicidi, una campagna promozionale di abbonamenti a Mediaset Premium e il versamento dell'Otto per Mille al tiranno Gheddafi. I 500mila euro versati a Lavitola da Berlusconi non sono altro che il compenso per un appalto del Ministero della Difesa: per affrontare i Vichinghi, La Russa ha ordinato a Finmeccanica 25mila armature da Oplita. Lavitola ha dovuto abbandonare precipitosamente la missione di pace Libica per recarsi, in qualità di ambasciatore del governo, in Brasile, presso le 12 missioni delle Suore Domenicane della Beata Imelda Marcos, per scusarsi per la barzelletta di quel genio di Sacconi. Ad oggi Lavitola, direttore del quotidiano socialista "l'Avanti", non può rientrare in Italia perché è impegnato nelle celebrazioni per i 150 anni dell'Unità d'Italia. Un comitato di storici composto da Berlusconi, Tarantini, la moglie di un notaio barese e il suo amante (che è sempre Tarantini: così intasca due volte il gettone di presenza), gli ha affidato la rievocazione della latitanza di Craxi e la restituzione dei cimeli di Garibaldi trafugati durante la sua fuga in Tunisia. Dopo avere terminato queste pericolosissime missioni , il povero Lavitola dovrà andare in una mensa dei poveri  vestito da suora benedettina, dove distribuirà ventimila euro e un piatto di minestra a tutti i poveracci che si presenteranno dicendo che questo è un “DONO “di Silvio. Ovviamente apposite comparse, prese dal pubblico di  ”Amici”, fungeranno da poveri bisognosi….Infine dalle intercettazioni fatte dal SISDE pare che Bossi apprese le nuove idee del Premier sulla nomina di Lavitola  a “Ministro per le escursioni in Padania”,  ha cercato di suicidarsi mangiando un Kebab. Maroni, prontamente intervenuto, lo ha salvato facendogli bere un frappè alla cotoletta milanese. Il Trota, che si trovava nei paraggi, ha dichiarato senza nessun valido motivo: “Io andassi al mare e userai, usettirei… ehm.. userassi il canotto e facessi un tuffo….
Capite ora in che atroce dilemma mi trovavo stamattina? Comunque ora sto’ meglio…non sia mai che mi diano dell’omertosa…



Nessun commento:

Posta un commento

Grazie, il commento è in attesa di moderazione.

♥ LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...