Effetti Immagini

Pagine

lunedì 12 settembre 2011

IL DELUSO DEL CENTRO-DESTRA E' DEPRESSO...





Mi piacerebbe per una volta poter seriamente rispondere (non so’ se ci riesco) a quei personaggi che avendo votato centro-destra ora si dicono stufi, stanchi, demoralizzati, delusi e via dicendo… Insomma cominciano a dire che FORSE è meglio che Silviuzzo se ne vada a fanculopoli…
Ma state scherzando? Oggi – ma non da oggi sparare,metaforicamente parlando, su QUESTO centrodestra (nulla a che vedere con la destra liberale di un Einaudi o di Malagodi) dovrebbe essere un dovere morale. Cacciarli a pedate nel sedere dovrebbe essere un dovere morale. Un dovere tanto più sentito proprio da chi si è fatto “abbindolare”. Perché questi stanno distruggendo il paese: minandone la base civile (basti pensare all’imbarbarimento del comportamento e del linguaggio e a tutte le trovate xenofobe della lega fino a quell’inutile monumento di idiozia pura che è il reato di clandestinità!); umiliando le sue istituzioni (il Parlamento innanzi tutto, ridotto ad un branco di dipendenti, lacchè ed opportunisti al soldo del “dominus”; e poi la magistratura vilipesa un giorno sì e l’altro pure; e poi giù giù fino ad arrivare alla scuola e all’università pubblica); compromettendo la sua economia presente e futura (“perché dovremmo pagare uno scienziato dal momento che siamo bravissimi a fare le scarpe?” si chiede il nostro geniale premier, evidentemente ignaro del fatto che anche la produzione delle scarpe è già stata in buona parte delocalizzata), e soprattutto mettendo a repentaglio il concetto stesso di “bene comune” senza il quale non ci può essere né coesione sociale né senso dello Stato. E come se tutto questo non bastasse (da notare che non ho fatto menzione alcuna né del bunga-bunga e delle schifezze assortite di cui il premier va tanto fiero, né delle inchieste su P3 e P4, né dell’inchiesta per mafia che riguarda il ministro Romano, né dei vari altri ministri che vivono “a loro insaputa”… e l’elenco potrebbe continuare) si permettono pure di insultarci: dal sempreverde “comunista!” al baldo dito medio di Bossi e della Santanché; dall’”Italia peggiore” di brunettiana memoria alla recente e signorile definizione di “paese di merda” del gran capo. E voi cari delusi del centro-destra venite a dire che è come sparare sulla croce rossa farlo ora sul povero Silvio? Ma perdindirindina, qui è la croce rossa che spara su di noi!
Non fate altro che dire che non ci sono alternitive… bhe’ CONSENTITEMI : sarei pronta a darVi ragione se non fosse che ho il forte sospetto che tale mancanza non sia affatto la causa bensì l’effetto dell’ignavia, della miopia e dell’indifferenza, meglio, della strafottenza della gran parte di noi cittadini visto che mi riesce assai complicato capire come sia possibile farsi “abbindolare” ininterrottamente per quasi vent’anni!
Bene scusate lo sfogo, da domani torno a dire cazzate… ma oggi avevo davvero voglia di urlare nel deserto quello che penso!!

Ps: A proposito di cacca, un caposaldo della chimica recita: SIMILIA SIMILIBUS SOLVUNTUR a significare che Sostanze con un tipo di struttura vengono sciolte da solventi con struttura simile… capito Silvio?

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie, il commento è in attesa di moderazione.

♥ LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...