Effetti Immagini

Pagine

sabato 23 luglio 2011

L’Umberto all’ospedale…e il Federalismo al Coma celebrale.


Papà ma perché’ facciamo politica? Questa è la domanda che il trota al capezzale del padre Umberto operato di corsa a un occhio per essersi spento il sigaro dentro chiede ….e che risponderà mai il suo smemorato papà? Ecco un stralcio surreale di quello che immagino possa essere un dialogo tra 2 persone con cervelli geneticamente padani:
«E chi se lo ricorda Renzo, era un secolo fa, te manco eri nato». «Dai papà, sforzati, è importante, dobbiamo dirlo ai nostri elettori: vogliono sapere perché stiamo ancora con Berlusconi!». «Renzo, te l’ho detto, non me lo ricordo... Era una cosa che a noi della Lega ci piaceva un sacco, ma ora non me la ricordo mica. Mi pare che cominciava per Effe». «Effe... Effemminati! Pa’, ci piacevano gli effemminati?». «Effe nel senso di fff, la lettera. Mi ricordo che a Pontida urlavamo che volevamo andare in parlamento per votare... effe qualcosa». «Ah, la fiducia! La fiducia a Berlusconi! Pa’? Era questa la nostra storica missione?». «No, no, a Berlusconi non lo sopportavamo! Gli dicevamo: Silvio, se non vuoi che facciamo cadere il governo dacci subito il ffff... boh..». «Fascismo?». «No, era una cosa più nuova, che non ci aveva mi pensato nessuno e noi della Lega eravamo come dei visionari che sventolavamo le bandiere verdi e volevamo il fff...». «Favismo?» «Uhm... “Favismo subito o elezioni!” ...No, non mi pare. Noi volevamo il fff...». «Il fagiano? Il fenicottero?». «Renzo, non me lo ricordo, è passato tanto tempo... ci stavano ancora i comunisti e i democristiani, e ci stavano le musicassette, quelle che quando si inceppava ci dovevi infilare dentro la biro e girare, girare... e noi in Lombardia eravamo il secondo partito! Avevamo quasi il 20 per cento dei voti! Eravamo avanti ai comunisti e dietro alla Dc...». «E Silvio dov’era?». «Non era ancora sceso in politica, ti parlo di tanto tempo fa, quando Silvio era ancora pelato e pagava le mazzette ai socialisti. E c’erano Craxi, l’Orangina e la Girella Motta e noi siamo andati in parlamento per fare il fe... il fe..». «Il festino?». «Uhm... “Festino subito o elezioni”... Forse. Sono stanco». Umberto cerca di ricordarsi perché è sceso in politica….ma poi il sonno ha la meglio e lui si abbandona a Morfeo… Dormi Umberto e continua a sognare il federalismo!!!  


Nessun commento:

Posta un commento

Grazie, il commento è in attesa di moderazione.

♥ LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...