Effetti Immagini

Pagine

sabato 23 luglio 2011

L’Umberto all’ospedale…e il Federalismo al Coma celebrale.


Papà ma perché’ facciamo politica? Questa è la domanda che il trota al capezzale del padre Umberto operato di corsa a un occhio per essersi spento il sigaro dentro chiede ….e che risponderà mai il suo smemorato papà? Ecco un stralcio surreale di quello che immagino possa essere un dialogo tra 2 persone con cervelli geneticamente padani:
«E chi se lo ricorda Renzo, era un secolo fa, te manco eri nato». «Dai papà, sforzati, è importante, dobbiamo dirlo ai nostri elettori: vogliono sapere perché stiamo ancora con Berlusconi!». «Renzo, te l’ho detto, non me lo ricordo... Era una cosa che a noi della Lega ci piaceva un sacco, ma ora non me la ricordo mica. Mi pare che cominciava per Effe». «Effe... Effemminati! Pa’, ci piacevano gli effemminati?». «Effe nel senso di fff, la lettera. Mi ricordo che a Pontida urlavamo che volevamo andare in parlamento per votare... effe qualcosa». «Ah, la fiducia! La fiducia a Berlusconi! Pa’? Era questa la nostra storica missione?». «No, no, a Berlusconi non lo sopportavamo! Gli dicevamo: Silvio, se non vuoi che facciamo cadere il governo dacci subito il ffff... boh..». «Fascismo?». «No, era una cosa più nuova, che non ci aveva mi pensato nessuno e noi della Lega eravamo come dei visionari che sventolavamo le bandiere verdi e volevamo il fff...». «Favismo?» «Uhm... “Favismo subito o elezioni!” ...No, non mi pare. Noi volevamo il fff...». «Il fagiano? Il fenicottero?». «Renzo, non me lo ricordo, è passato tanto tempo... ci stavano ancora i comunisti e i democristiani, e ci stavano le musicassette, quelle che quando si inceppava ci dovevi infilare dentro la biro e girare, girare... e noi in Lombardia eravamo il secondo partito! Avevamo quasi il 20 per cento dei voti! Eravamo avanti ai comunisti e dietro alla Dc...». «E Silvio dov’era?». «Non era ancora sceso in politica, ti parlo di tanto tempo fa, quando Silvio era ancora pelato e pagava le mazzette ai socialisti. E c’erano Craxi, l’Orangina e la Girella Motta e noi siamo andati in parlamento per fare il fe... il fe..». «Il festino?». «Uhm... “Festino subito o elezioni”... Forse. Sono stanco». Umberto cerca di ricordarsi perché è sceso in politica….ma poi il sonno ha la meglio e lui si abbandona a Morfeo… Dormi Umberto e continua a sognare il federalismo!!!  


venerdì 22 luglio 2011

Frodo Mondadori: E alla fine Silvio paga…


La Corte d'Appello di Milano ha deciso che il ”povero”  Cavaliere deve al simpatico De Benedetti 560 milioni di euro. E' quello che gli analisti finanziari chiamano tecnicamente "un sacco di soldoni". Il nostro dispiacere è grande perché’ tutti sanno quanto sacrifici sono stati fatti dal povero Silvio per poter evitare di pagare, ma alla fine pare che il 26 luglio 2011 I BERLUSCONES FAMILY piangeranno 560 milioni di lacrime amare. Io da povera commercialista ho pensato di fare un report sulla situazione economica e contabilmente parlando vedere come avrebbe potuto in alternativa investire tutto quel popò di denari:

* Consumare con minorenni di età imprecisata 112mila rapporti sessuali da 5mila euro cadauno. La cifra di 5mila euro prevede la forma all inclusive: risatine di gusto a barzellette  deficienti, falso interesse per la politica(la Minetti insegna e la Carfagna  è un  mito), rapporti sessuali spacciati per amore eterno, finti gridolini di piacere alla vista del sedere flaccido, ecc.…. 

* Fare 467 prestiti da 1milione e 200mila euro a Lele Mora (cresta di Emilio Fede inclusa).

* Pagare distrattamente 1867 tangenti da 300mila euro ad altrettanti giudici Metta. Il pacchetto comprende: massima discrezione, bonifico dall'estero, arrivo del denaro 6 mesi dopo la sentenza favorevole, prescrizione su richiesta.... e 1 gelato al cioccolato!!

* Comperare 373 ville a Lampedusa da 1,5 milioni di euro, salvo poi fingere un certa ritrosia dopo averne appurato la trentennale abusività. Nobel per la pace alle prime 10 telefonate intercettate.

* Infilare nel taschino dell'amico Bettino Craxi 861 tangenti da 650 milioni di euro (Silvio pagò all’amico Betty 1,23 miliardi delle vecchie lire, ma inizialmente aveva pensato a una cravatta).

* Fare 112 regalini da 5 milioni di euro ad altrettante nipoti di Mubarak che sentono lesa la propria dignità nonostante le ospitate da Signorini.
Comperare 25 complessi residenziali da 22 milioni di euro ad Antigua. Querela a Report non compresa nel prezzo. Per ogni vittoriosa prestazione  provocata da meretrici autoctone è necessario un ulteriore esborso di 120mila euro annui.

Ah dimenticavo: questo consulto è gratis , non ti emetto parcella Silvio….oggi mi va’ di fare una buona azione!!!!!



giovedì 21 luglio 2011

E POI.. E POI.. E ANCORA POI....

Oggi ancora una volta ascolto esterrefatta i vari telegiornali e mi rendo sempre piu' conto che questo povero paese ormai non e' alla frutta, ma e' alle porte del coma profondo .
Sono qui ancora una volta come voce urlante in un deserto a dire BASTA!!!
Troppo facile recitare la solita solfa: "La legge e' uguale per tutti"... Ma chi cappero sono questi TUTTI?
Espongo quindi questo quadro a memento per  chi vuole pregare con me sull'altare della patria per la definitiva dipartita della Giustizia e della Democrazia.


AMEN

mercoledì 20 luglio 2011

AVE GIULIUS...


OGGI PUBBLICO UNA POESIA , MI SCUSO PER LA PRESUNZIONE DI VOLERLA FARE PASSARE COME TALE, MA MI SENTO ISPIRATA DAGLI EVENTI CHE SI SUSSEGUONO IN QUESTI GIORNO E HO DECISO CHE UN PO’ DI POETICA FORSE MALE NON FA’…..

GIULIO IL GENIO CI HA SALVATI
DAL DISASTRO DEI MERCATI.
COME UN GIOTTO COL RIGHELLO
ANCHE IL BONUS ORA E’ BELLO:
“TOLGO IL 5 E PURE IL 20,
GLI ITALIANI SON CONTENTI,
CHE LA QUADRA ORA E’ PERFETTA
LO CAPISCE ANCHE BRUNETTA”.
ESTASIATI DAL SUO GENIO
LO RICHIAMAN SUL PROSCENIO
DEPUTATI E SENATORI,
SEGRETARI ED ASSESSORI
CUI LA GEOMETRIA GIULIANA PARE
COSA SOVRAUMANA,
CHE LA RETTA TAGLIATUTTO
SOLO NOI TANGE DI BRUTTO
MENTRE PEI PARLAMENTARI
MAI NON SONO CAZZI AMARI.
ORA, SE LA NAVE AFFONDA
CON LA PRIMA E LA SECONDA
PUR LA TERZA CLASSE ANNEGA,
PERO’ A GIULIO FA’ UNA SEGA:
PUR  CHE PAGHINO IL DOVUTO
DARA’ LORO UN BELL’IMBUTO
CON CUI POSSANO ASPIRARE 
TUTTA L’ACQUA CH’E’ NEL MARE
E AFFONDAR LA NAVE I-TAGLIA,
CON  L’ACCUSA CHE  LA TAGLIA!!!

Io mi scuso coi lettori per codesta mia poesia che son certa tuttavia un sorriso porta via…



lunedì 18 luglio 2011

E poi i matti sarebbero altri….


Buongiorno amici miei, anche oggi sono più confusa di ieri e mi chiedo: ma Bossi è in cura da un neurologo bravo oppure è il popolo padano a doversi mettere in cura da un dottore bravo ma che più bravo non si può altrimenti non se ne viene fuori? Sabato 16 Luglio  Bossi dice: La lega è per l’arresto di Papa. Ieri Domenica 17 Luglio dichiara: «Qualche dubbio ce l'ho, prima va fatto il processo»…. Oggi 18 Luglio aggiunge : “La fortuna di Roma è il Papa che attira gente da tutto il mondo”, confondendo il sacro col profano, e poi ci chiediamo se Bossi è normale? Un padano prova a contraddirlo e lui lo spernacchia e gli risponde: "Se ti va è così, altrimenti non votarmi più". "Affare fatto", è stata la risposta dello spernacchiato. Mi chiedo cosa aspettano tutti gli spernacchiati padani a fare così, possibile che siano tutti più matti di lui? Un giornalista intrepido, tale Olindo Sallusti gli chiede  se prima di parlare il Bossi pensa, lui risponde che non lo sa’, non è mica il mago Otelma, sicuramente nel 2013 vedrà di andare da solo alle elezioni, o insieme al Pdl o a quel paese deve ancora decidere!!!! "In un modo o nell'altro dichiara, a casa mia si fa come dico io". Il giornalista continua chiedendo: E il povero Papa, allora? "Niente, resta ciò che ho deciso io: lo arrestiamo, però senza  le manette, in attesa di essere processato senza la sentenza  e poi lo mandiamo al confino  con i domiciliari in casa di sua zia Antonietta Scacozza e se risulta colpevole come vorreste far credere voi giornalisti pirla, io mi ci gioco le palle che nel giro di due giorni lo mandiamo in galera noi, ma nelle patrie galere padane, perché noi di Roma non ci fidiamo. E ora, andate a cagare". (Il tutto accompagnato da una superba sputacchiata e dal dito medio incastrato nell’orecchio dove cerca di passare per andare a togliere il sigaro che è finito nel naso…).Dopo tutto ciò appare Castelli che vorrebbe contraddire il Senatur insieme al troglodita di Borghezio ma memore di una dichiarazione del Bossi fatta tempo fa’  in merito a Roma ladrona tace e pensa alla sua poltrona sudata a caro prezzo…  In effetti amici miei noi non padani cosa dovremmo pensare sul Bossi che ha una moglie che  da almeno 10 anni  prende una  pensione di 3500,00 euro mensili, di  suo figlio il trota che non capisce un tubo e che grazie al padre guadagna circa 10,000 euro al mese per non parlare poi del padre che ne guadagna che va bene non facendo un beato niente dal mattino alla sera?  Bhe’ possiamo stare tutti Coesi , sereni e allegri visto che Bossi è una certezza, infatti ha preso la stessa abitudine del  suo capo Silvio, al pomeriggio dice una cosa il giorno dopo ne dice un’altra….e se tutto va bene domani siamo nella cioccolata perché' oggi deve ancora decidere che cazzate ci deve propinare. 

sabato 16 luglio 2011

E ora chi le ripara le piastrelle di Silvio?


Berlusconi cadendo in bagno ha picchiato di testa. 
Le piastrelle hanno riportato gravi danni…..
Finalmente dopo due settimane di latitanza Silvio si è presentato  alla camera sostenendo di non sentirsi bene perché questa notte è scivolato in bagno su  qualcosa di viscido ed ha picchiato con la testa.
Facciamo il punto della situazione: Se lui è un povero irresponsabile e’ ben chiaro a noi tutti che non dipende da quel colpo, le conseguenze del trauma vengono "dopo" e non prima, i fatti parlano chiaro!!!!!!
Che abbia picchiato di testa non ci sono dubbi ma il colpo risale a quando era giovane, bello e cantante(perché’ poi non ha continuato?).
Sul fatto che sia scivolato su qualcosa di viscido sono cacche sue se per andare in bagno si fa accompagnare da Cicchitto, Bondi o da Alfano.
Se come dice è scivolato su qualcosa di viscido, io è da tempo che sostengo che è un vecchio bavoso…..
A meno che  qualche suo socio di partito  gli ha fatto lo scherzo della saponetta per inchiappettarlo…. I leghisti non guardano in faccia a nessuno quando ce l’hanno duro…
Comunque la sua espressione a me è apparsa molto  rammaricata quando ha detto: Sono scivolato in bagno come uno stronzo e ho battuto la testa.
 D'accordo, ma quanti anni fa è successo? E perché’ dobbiamo pagare NOI  le conseguenze di quel triste incidente?

ps:
Allego la foto che mi ha inviato tramite sms una delle mie spie a Palazzo Grazioli...

venerdì 15 luglio 2011

Cara Marina Berlusconi...


Cara Marina,anche io come te sono indignata per l'evoluzione della vicenda Mondadori , ti sono vicina nella tua innocente ignoranza sui fatti e misfatti orditi da quel fior di disonesto di papino che ti ritrovi il quale corruppe un giudice per riuscire a sottrarre in modo fraudolento la casa editrice a De Benedetti e ora lancia accuse  ai giudici e ai magistrati di essere dei comunisti….Li accusa di far fallire l'azienda creata con sudore e sacrifici. Ha ragione, ha buoni motivi per avere del risentimento, nei loro confronti. Il tuo  povero padre perseguitato dalla magistratura,ha, per colpa della stessa, dovuto pagare caro ben due volte per motivi opposti dei conti salati.
Il primo è quello che ha dovuto pagare per corrompere il giudice Metta che gli è costato, per i soldi dati al giudice ben 400 Milioni di lire. Non riesco ad immaginare quanti ne avrà dovuti sborsare al suo avvocato Previti per pagargli l'onorario e il risarcimento dovutogli per la condanna subita dall'avvocato che si e’ immolato per lui....(processo di beatificazione in atto per Previti a cura della Santa Sede)...
Il secondo  è stato quello che questa azione illegale e disonesta ha fatto beccare  Berlusconi  con il sorcio in bocca e chiamato a corrispondere il giusto indennizzo dei danni a quel ladrone di De Benedetti.
Malgrado l'abbondante sconto questa volta il pagamento è stato salato (560 Milioni di euro)
Invece di vergognarsi e mettere sotto silenzio la disonorevole vicenda tu cara Marina Berlusconi vuoi rimarcare con forza che oggi gli Italiani, a parte altre nefandezze peggiori, sono governati da una persona che fra gli altri reati ha commesso quello più infamante di altri…. Il caro papa’ mia dolce ragazza e’  UN CORRUTORE DI GIUDICI. HA DIMOSTRATO LA SUA INDEGNITA' COMPIENDO UN REATO SPREGEVOLE, UN REATO CHE PIU' DI ALTRI GLI DOVREBBE RENDERE IMPOSSIBILE L'ASSUNZIONE DELLA CARICA DI CAPO DEL GOVERNO!
Ops… scusami Marina davvero non volevo trattarti male .. te cosi’ umile e indifesa in quel mondo di squali in cui ti devi battere ogni giorno per dimostrare come sei brava a fare esattamente ciò che Silvio attraverso il patrimonio genetico ti ha trasmesso….
bha'.... certo che andare a rubare a casa del ladro deve davvero fare  girare i cog....ni!!!



giovedì 14 luglio 2011

Ecco come si puo' uscire dalla crisi....


Queste sono 4 regole d'oro che menti eccelse (tutto il mondo ci invidia per questo)  hanno messo a punto per uscire dalla crisi, le ho avute grazie alle mie spie i dragopuffis ....


1) Norma salva-Italia. Si tratta di un leggina di un paio di commi scritti da quel genio di Guido Paniz che punta a infilare all’ultimo momento nella manovra economica mentre Quagliarello distrae Tremonti chiedendogli che cosa ne pensa del cretino di Brunetta. La norma non cancella il debito pubblico ma ne sospende il pagamento fino alla condanna in Cassazione o fino a quando non sta bene a Marina e Piersilvio.


2) Robin Tax. Ne propone l’introduzione Letizia Moratti su indicazione di suo figlio Bat-Gabriel, che suggerisce di nascondere il debito pubblico sottoterra, così da fuori non si vede niente trullalero, trullallla’…..


3) Aiuti alla Grecia. Per evitare il rischio-contagio, il Tesoro ha elaborato un piano di aiuti economici alla Grecia messo a punto dall’ex braccio destro di Tremonti  tale Marco Milanese, che punta a finanziare la ripresa di Atene attraverso la commessa di grandi opere pubbliche. Allo scopo, il ministero ha appaltato per 15 milioni di Euro a Sogim che ha appaltato a Sace che ha appaltato a Oto Melara che ha appaltato a Finmeccanica che ha appaltato di nuovo a Sogim la ricostruzione delle braccia alla Venere di Milo e del pene del David di Donatello.


4) Proibire le speculazioni. Lo propongono in Europa Socialisti e Popolari, che mettono in guardia l’Italia spiegando che l’impennata dello spread è conseguenza dalla dissennata manovra speculativa di un miliardario che mesi fa ha ceduto quote della sua azienda alla concorrenza per poi riacquistarle al ribasso realizzando una plusvalenza. Berlusconi ha replicato ai colleghi europei chiarendo che Urso e Ronchi erano al corrente del piano e che la colpa e’ dei comunisti che hanno fatto asso piglia tutto….

Per il resto tutto va bene e siamo tutti coesi… Amen!!


martedì 12 luglio 2011

C'era una volta l'Italia...


C'era una volta un paese strano. Questo paese era talmente strano, ma talmente strano che a capo del suo governo c'era un uomo bizzarro, ma talmente bizzarro che qualcuno diceva persino che non avrebbe potuto governare.
Tra una legge e l'altra “ad personam” e “ad aziendam” (doveva fare solo questo ecco perché’ era al governo) e tra una conferenza e l'altra e tra un'apparizione e l'altra, questo strano Presidente si dilettava a dare feste e festini. Non tutti i cittadini erano invitati, ma solo gli amici intimi vecchietti e sporcaccioni come lui (ndr) e giovani donzelle dall'aspetto avvenente e dall'età "immatura".
Un giorno ad una di queste feste arrivò una ragazzetta carina, carina. Il Presidente la guardò e la riguardò e decise che sarebbe stata la sua preferita, quella da cui non avrebbe più tolto le mani di dosso. Si avvicinò a lei e le chiese: "Come ti chiami?" La giovane lo guardò, abbassando lo sguardo, e disse: "Mi chiamo Italia."
Fu un momento, un sussulto, uno scatto. Il Presidente balzò sulla giovane ragazzetta, lei si dimenò, urlò e urlò: "Porco, levami le mani di dosso!"
La ragazza era spaventata, ma il Presidente si divertiva da morire!!
Gli altri che erano lì, continuavano a guardare e visto l’esempio non solo non fecero nulla, ma  risero e toccarono come sanguisughe impazzite….
Allora il Presidente mentre era ancora là, sopra la ragazza, chiamò a raccolta i Porcelloni come lui e le giovani donzelle dall'aspetto avvenente e dall'età "immatura" e disse: "Voglio raccontarvi una barzelletta! Ci sono due ministri del governo che vanno in Africa, su un’isola deserta, e vengono catturati da una tribù di indigeni. Il capo tribù interpella il primo ostaggio e gli propone: ‘‘Vuoi morire o Bunga-bunga?’’. Il ministro sceglie: ‘‘Bunga-bunga’’. E viene violentato. Il secondo prigioniero, anche lui messo dinanzi alla scelta, non indugia e risponde: ‘‘Voglio morire!’’. Ma il capo tribù: ‘‘Prima Bunga-bunga e poi morire". Vi è piaciuta?"
Allora tutti risero ancora più forte.
Solo Italia restò in silenzio. Lei, Italia, sapeva che non c'era proprio nulla da ridere…..
Perché’ direte voi? Ma ovvio ora aveva 560 milioni di motivi per cominciare a piangere visto che in qualche modo doveva dire ai soliti idioti (me compresa) che dovevano  tirare fuori euro a milioni grazie a qualche magica legge che nel regno incantato del paese che non c’è il buon Silvio avrebbe tirato fuori dal cilindro incantato e fatto pagare a tutti meno che a lui….

giovedì 7 luglio 2011

Delirio Tremontis….

Il nostro paese vive un momento sotto molti punti di vista drammatico ma anche surreale.
A parte la gravissima questione morale (per caso sapete dov’ è andata a finire di casa?), il problema principale è quello della situazione o meglio, del dissesto economico che fa tremare i tendini dei piedi….
Questo governo presieduto da una persona che è talmente presa dai suoi problemi economico – giudiziari che non riesce a dare una direzione al branco di Nani – Ballerine e Servi (ma tutti responsabili….del loro orticello) vari che lo compongono, come dicevo in mezzo a questo branco di raccomandati incapaci dovrebbe brillare per capacità e competenza il ministro dell'economia dott. Prof. Giulio Tremonti.
Devo però notare con rammarico che  alcune sue recenti esibizioni mi fanno sorgere più di un dubbio, vengo e le espongo:
1° Due giorni fa, dopo aver indetto una conferenza stampa il ministro l'ha disdetta adducendo a scusa il maltempo. Da notare che a Roma c'erano 27 gradi, cielo sereno , vento assente insomma una giornata da manuale….
2° Ieri, ad una precisa domanda di una giornalista che voleva essere messa al corrente di un aspetto della manovra finanziaria ha risposto “Si rivolga a Palazzo Chigi”
3° Ad un altra domanda, sempre sullo stesso argomento, ha dichiarato” Se volete una risposta vi posso fornire il numero di telefono di Gianni Letta!”
4° Finalmente una cosa sensata: Brunetta è un cretino…. Invece lui è un genio che per capirlo ci ha impiegato 17 anni..
Concludendo. Vorrei capire se da responsabile dell'economia abbiamo un ministro o un centralinista.
Considerato il tenore delle risposte credo che sia più utile il secondo visto che fa’ le finanziarie e poi si dichiara estraneo a ciò che ha fatto e le norme pro Silvio le ha scritte di notte lo Spirito Santo in missione segreta…allego quindi a questo post una foto che mi ha gentilmente permesso di usare un mio ex 
compagno di liceo e che calza ad uopo, grazie Paolo.


mercoledì 6 luglio 2011

IL COMMA PROFONDO.. DELLA DECENZA!!

I coraggiosi (o dementi) ministri del Pdl difendono la norma salva Fininvest: non era "ad personam”... infatti oltre a Silvio riguardava anche Pier Silvio, Marina, Barbara e  tutto il suo cucuzzaro familiare…, prosegue il  Berlusca dicendoci che  la norma sui risarcimenti giudiziari era giusta ma bontà sua l'ha fatta ritirare... ovvio si sarebbe sentita sola in mezzo agli altri articoli truffa… Quindi cari italiani prendiamo atto che con dedizione e coerenza continua il sacrificio di Silvio, sceso in campo per salvare l'Italia e tutti noi. Mi viene spontanea la domanda: considerato il fatto che siamo nella cacca fino agli occhi, dove saremmo precipitati a quest'ora se non ci fosse stato il suo provvidenziale intervento? Ovvio saremmo tutti emigrati  presso la Madonna di Medjugorje! Dovremmo ringraziare questo sant’uomo che  ha dedicato, tutti i suoi giorni, per ben 17 anni al nostro benessere, a risolvere i nostri problemi e a darci benessere e stabilità… sigh!!! Qualcuno potrà obiettare che però tutte le notti che seguivano le dedicava ad altro, ma purtroppo come si sa la carne è debole e nel suo caso è addirittura flaccida e ha il culo moscio (Nicole Minetti ne è testimone). Anche lui aveva il diritto di sfogarsi con minorenni e minorate…poteva andarci peggio, avrebbe potuto essere pedofilo…... Comunque, come spesso mi succede, affascinata dalla sua bellezza e abbagliata dalla magnificenza delle gesta compiute dall’onesto zozzone, non elencherò tutte le porcate legislative messe in atto per non essere punito dai reati commessi….. Mi piacerebbe però prima che la censura chiuda la bocca a tutto il Web spendere due parole per l'ultima delle sue porcate. L'Italia affonda nella crisi, nella disoccupazione, nei debiti, ci tagliano le pensioni, l’assistenza medica è una chimera e questo genio di statista per l’ennesima volta cerca di fare i suoi zozzissimi interessi prendendoci ancora una volta per i sovrani fondelli? L’Italia ne ha avuti di Ladroni al governo, ma sono certa che questo signore è il peggiore ed il più disonesto capo del governo che sia mai esistito nella nostra Repubblica.
Onestamente… è troppo!


martedì 5 luglio 2011

Passerà l’ennesima vergogna…oppure no?

Le Celtiche zampogne suonate da Bossi a Pontida hanno appena finito il loro stonato concerto che subito vediamo che tutte le scemenze dette e  proclamate dal Bossi Delirante date in pasto ai Leghisti drogati che lo ascoltavano sono delle certezze. I capi della Lega continuano nella sostanza a svolgere il loro ruolo reale che è quello di pettinare i capelli  e lucidare le scarpe coi tacchi di Berlusconi. Del resto bisogna capirla questa banda di leggeroni che costituiscono il gruppo dirigente della Lega, il loro essere servi gli ha reso moltissimo. Mai questi sfigati nella loro vita avrebbero potuto anche solo sognare di avere così tanto potere, così tanti soldi, così tanti agi, come quelli che possono ostentare oggi. Perciò se posso capire la leccaculaggine dell'ex spiantato Bossi e dei suoi amici dell’epoca del ritrovo serale al bar di Cassano Magnago, non riesco a farmi una ragione del motivo di tanta dedizione dei loro seguaci, pronti a mettersi elmi in testa e a partecipare, vestiti come cinghiali, a presunte “Cerimonie Celtiche” dove,  a loro, che sono dei noti bevitori di vino e birra made in Padania, gli viene fatta ingollare direttamente dall'Ampolla Sacra la fetida pesticida acqua del presunto Dio Po ( e poi ci chiediamo perché’ straparlano….). Come possono essere così beoti e masochisti da continuare a fare da servi ai servi del noto galantuomo Silvio e dire sempre si in parlamento? Ma che  ci vuole per fargli capire che anche con la nuova legge finanziaria lo scopo di Berlusconi è quello di non rendere conto della sua disonestà e che dei problemi della povera gente non gli frega una beata mazza? Acc.. come al solito mi arrabbio invece di esaminare attentamente ciò che  in realtà la nuova legge Finanziaria porterà come benefici a noi tutti: esaminandola bene vediamo subito che la manovra introduce interessanti punti per il risveglio economico del paese. La più importante è l’annunciata introduzione delle tre fasce fiscali: la Nina la Pinta e la Santa Maria! Nel caso però non si riuscisse ad applicare queste nuove percentuali si dovranno utilizzare quelle applicate dalla Gescal nel 1945. Altro importante punto, molto apprezzato da Confindustria, è per i giovani imprenditori. Chi costruirà una nuova impresa con un’età compresa tra i 21 e i 28 anni non dovrà pagare l’abbonamento a Sky e a Mediaset Premium. Per finire in bellezza da domani sarà obbligatorio ridere alle barzellette raccontate dal Presidente del Consiglio, il quale non dovendo pagare più nulla a De Benedetti grazie a San Tremonti  da Sondrio, darà in beneficenza a tutte le minorenni italiane bisognose 750 milioni di euro per rifarsi le tette, le labbra e i culi…
W l’Italia e tutti gli italiani!!!!


lunedì 4 luglio 2011

TAV O NO TAV? Bha'..

Presa da delirio tremens dopo aver visto i filmati degli assalti BLACK BLOC, ho deciso di fare il punto della situazione sul problema TAV  e sottoporlo al comitato bioetico per l’ambiente e la natura che tutela i platani e i cipressi centenari delle montagne torinesi  a cui hanno lanciato migliaia di lacrimogeni. Ma la montagna  con i suoi alberi non è arretrata. I No Tav hanno tentato di bloccare le forze dell’ordine segando un grande albero di pino. Ma sono stati subito fermati dal movimento “No Segare” un grande albero di pino. Gli abitanti temono che con il traforo possa venir meno la naturale funzione dell’intera catena montuosa: tenere i francesi fuori dalle palle….. Nello stesso momento un blindato dei carabinieri diretto in val di Susa investiva un orso antileghista che aveva sbagliato posto dove andare a protestare per non farsi mangiare. A tutto questo si aggiungono infine le dichiarazioni del nostro amato Silvio: “La Tav è un’opera fondamentale”. (Come tutte le vie di fuga…. ma guardiamo il lato positivo: mai visto il governo battersi così tanto per far lavorare alcuni operai) …Intanto un presidio “NO PANNOLONI” di anziani alpini centenari del sud Tirolo si insediava davanti alla sede del Pd di Torino ma anche loro hanno sbagliato manifestazione prendendo il tunnel sbagliato. Silvio sempre più coeso con le zanzare e le mosche dei boschi valsusini rilancia: “La Tav costa 14 miliardi ma avvicinerà l’Italia all’Europa”.( In particolare alla Grecia). Continua dicendo :“Il cantiere doveva partire per forza o ci sarebbe costato milioni di fondi europei”. (Quasi quanto Retequattro). E in più chi lo vorrà  potrà usare la Tav per andare da Lione a Kiev. (Si a cercare lavoro).La nuova linea collegherà Lione e Torino in un attimo. Utilissimo nel caso di un preliminare di Champions. Oggi due treni porteranno i manifestanti in val di Susa. Ma senza fretta. Alla protesta contro la Tav ci sarà anche Beppe Grillo così farà  un altro dvd e una barca di soldi  vendendolo a tutti gli eroi BLACK BLOC . Ma niente paura ragazzi…perche’Bossi “ha in mente la soluzione” …Purga per tutti e così ve ne andate FORA DAI BALL!!
Concludo citando l’ultima dichiarazione di Silvio Berlusconi: “Gli italiani devono farci un monumento”.
EBBENE lo avrai, camerata Silvio.

domenica 3 luglio 2011

IMPARATE A RISPARMIARE …IL BOSSI – DELIRIO

Cari amici è venuto il momento di risparmiare veramente. 
Cosa risponderebbe il Ministro della Difesa (USA) al Presidente Obama se gli facesse  una domanda così strampalata?
Noi poveri italioti, abituati ai discorsi strampalati e poi tradotti per il Bossi da Caderoli, dobbiamo ascoltare frasi tipo: bruciamo tutti i rifiuti di Napoli a Napoli….
Ma ci vuole una laurea in chimica per capire che non si possono bruciare i rifiuti, specialmente quelli indifferenziati, perché non sai cosa c'è nella monezza gettata per le vie dei quartieri e che tipo di esalazioni e fumi possono venirne fuori?
persino il trota se glielo chiedi te lo sa dire…. (papà ma il fumo dell’immondizia è come quello del tuo sigaro?). Ma onestamente questa è stata la meno ridicola delle Bossi esternazioni…, il meglio lo ha detto con la frase: i soldati "Costano e muoiono" ... ma no? ma va la? davvero?  E cosa credevi Caro Bossi che i nostri soldati all'estero vengono attaccati  e uccisi da branchi impazziti di scimpanzé lancia cacca o da elefanti drogati che bombardano pupu’???? 
Persino un Bradipo ragiona più veloce di te…
Ma continuiamo a parlare del risparmio che era la domanda strampalata che avevo fatto all’inizio…(scusate se ogni tanto divago), allora per risparmiare il Bossi direbbe:
La caserma di Brembate di sotto non si tocca e il vigile urbano di via Fogazzaro a Novoledo, rimane dove si trova, altrimenti faccio cadere il governo. 
Sarà perché gli americani sono i soliti fanatici, sarà perché amano esagerare, il Ministro propone:

1.                  Risparmi per 80 miliardi di dollari in cinque anni.
2.                 Maggiori efficienze interne per 100 miliardi di $      
3.                 Taglio degli organici di 50.000 unità.

Ma  Obama (l'abbronzato) per niente convinto, impone alla Difesa risparmi per altri 400 miliardi di dollari per i prossimi 12 anni. 
In parole povere, viene messo in cantiere un risparmio sulle spese militari pari ad un terzo di tutto il debito pubblico italiano. Nel Regno Unito, accade (fatte le dovute proporzioni) la stessa cosa, si vendono aerei, sottomarini, navi da guerra e le mutande usate di Lady Pippa. 
Quei fanatici dei tedeschi,  nella loro rigidità teutonica, dimezzano (come minimo) la flotta aerea si vendono i migliori carri armati del mondo e quantità ingenti di surplus di ogni genere.
Non contenti, “i poveri fessi” (loro), non partecipano neanche alla guerra in Libia come facciamo noi furboni.
Ma allora noi italiani non siamo per niente capaci di imparare a risparmiare?
Niente domande sciocche per favore Shayra mi risponde Tremonti.
Intanto facciamo risparmiare al "povero" Berlusconi i soldi della penale (affare Mondadori - De Benedetti),  poi lo "costringiamo" a risparmiare qualche annetto di galera (con postille truffaldine) infilate nella legge finanziaria, ed infine molliamo tutti i debiti ai (soliti) sfigati che pagheranno le tasse..
Se tutto questo vi sembra poco, ricordatevi che hanno anche aumentato il bollo sulle Ferrari,  Porche, Lamborghini  ecc.…
A questo proposito quindi un doveroso ringraziamento a Tremonti per avere appena iniziato a spalmare la vaselina a tutti noi… E tra parentesi citando De Curtis... "e io li pago!"

sabato 2 luglio 2011

SALDI, SALDI, SALDI…..

Finalmente oggi Sabato 2 luglio inizieranno i saldi estivi in tutta Italia e già fioccano le offerte di ogni tipo e per ogni tasca. Chiunque potrà comprare cose utili, che non aveva mai comprato prima solo perché non ne aveva la possibilità ma che ora potrà fare grazie alla politica economica Tremontiana del risparmio cautelare e di una strategia economica mirata all’inibizione dei desideri accompagnata da aumenti sconsiderati e tasse raddoppiate sugli acquisti aspettati per mesi dai ricchi precari  disoccupati e operai in mobilità….
Ma anche il governo  deve dare l’esempio, almeno questo afferma il  PdL (Partito dei Ladrotti) e quindi  affrontare la crisi al meglio: i prezzi dei politici sono alti, ma ora grazie ai saldi un onorevole si vende al 50% meno. Le vendite di politici responsabili si faranno con garanzia di un anno: vendersi e svendersi sarà alla portata di qualsiasi gruppo parlamentare, si può leggere a chiare lettere nel regolamento stilato e stampato dai Responsabili, in più il governo aiuterà i  bisognosi ad andare in vacanza a Napoli a prezzi stracciati ci fanno sapere tramite l'agenzia di viaggi Sfrutta Tour, specializzata in crociere Fantozziane, un viaggetto di una settimana costerà 5 euro, e si riceverà in omaggio un pezzo di qualcosa di partenopeo  (una busta di monezza, un cesto di raccomandazioni scadute dell’On. Papa, un babà dell’anno scorso in saldo etc.), insomma si danno da fare per creare finalmente una società multimediale e globalizzata di ONESTI LADRI GALANTUOMINI.
A questo proposito , visto che le  idee negli ultimi tempi hanno perso valore, grazie ai saldi il governo le svende tutte al 90% di sconto (IDEE con garanzia scaduta). Si possono trovare brillanti trovate per futuri programmi televisivi,  telenovele, il grande fratello e sua sorella, e telefilm imperdibili della serie REX e tutte le altre risorse tipiche per controllare i cervelli delle persone, ci fa sapere tramite il Tg1  Minzolin  con il nuovo programma :ItaliaInSvendita.
È periodo di saldi anche per la compravendita di domini di internet: conviene comprare subito per solo 1 euro all'anno un dominio come tettetette.it o culiculi.it, visto che con l'avvento della prossima delibera dell'Agcom verranno chiusi molto siti, ed allora tanto vale lanciarsi in una nicchia che rende ed abbandonare i siti internet d'opinione e d'informazione, consiglia il Dr. Smanettone (mio caro amico) noto finanziere….
Oggi chiudo questo post con un pensiero:
I saldi, in realtà, non esistono, così come non esiste un valore economico reale delle cose. In Italia, come nel resto del mondo, si sfrutterà l'occasione per vendere tante cose di cui nessuno ha veramente bisogno.
La felicità non si compra, neanche a prezzo di saldo……



venerdì 1 luglio 2011

E i conti li pagano sempre i soliti….NOTI!!

Oggi voglio raccontarvi una storia che mi è venuta in mente oggi ascoltando i vari  tg Mediaset inneggianti la fantastica  manovra economica ideata dalla Banda Ladrotti & C. grazie alla quale andremo tutti a godere come ricci in calore a partire da subito e a finire tra 2 anni quando  tireremo i conti definitivi e ci butteremo per terra dal ridere a crepapelle…

C'era una volta una ricca coppia composta da un francese e una tedesca che andarono ad abitare a Montecarlo in un lussuoso condominio. Avevano enormi disponibilità di denaro ma il loro passatempo preferito era giocare al “Casino”. Spesso vincevano ma ancor più di frequente perdevano ingenti somme. Per una loro geniale pensata obbligarono per contratto a prendere la residenza in appartamenti nel medesimo condominio, le cui spese di gestione erano altissime, la loro badante greca, il  loro giardiniere portoghese, la loro donna delle pulizie spagnola e il loro autista italiano. Ben presto, i poveri dipendenti a causa dello stipendio troppo basso ed inadeguato ad un ambiente adatto più ai miliardari che ai lavoratori, e del potere d'acquisto che calava ogni giorno di più, per i poveri quattro lavoratori divenne quasi impossibile tirare avanti. I ricchi padroni, che di loro avevano comunque bisogno per dividere le spese condominiali, per qualche tempo prestarono alla badante, al giardiniere, alla donna delle pulizie e all'autista i soldi per pagarle ma, molto presto, nemmeno  questo  bastò  più. I ricchi quindi convocarono i dipendenti e cercarono di far loro capire che avrebbero dovuto consumare di meno per non spendere e permettersi di pagare le spese di gestione del palazzo. Niente più consumi a volontà di elettricità, gas e acqua ma tutto rigorosamente razionato. Ad un certo punto dissero ai domestici che, per poter continuare a vivere nei loro lussuosi appartamenti potevano sempre limitarsi nel mangiare, anzi potevano anche farne a meno ....bisognava pagare le spese del condominio e  i ricchi padroni  non  ne avevano  l’intenzione!! Mentre la rabbia nei quattro poveracci  montava e si respirava aria di rivolta, a nessuno venne in mente che forse i padroni avrebbero dovuto giocare meno al “Casino” e i domestici, visto che non potevano permettersi di vivere nel lusso, avrebbero dovuto traslocare in un quartiere più economico del "Condominio Europa",  chiedendo aiuto a colui che solo e solo LUI avrebbe potuto salvarli da questa indigente situazione …… il geniale  statista dott. Prof. Pippo Pirillo da Arcore.


♥ LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...