Effetti Immagini

Pagine

lunedì 6 giugno 2011

Le multe Agcom chi le paga?

L’Agcom continua a minacciare sanzioni contro la Rai per l’oscuramento dei referendum. Ma siccome le eventuali multe le pagheremo noi teleutenti, la minaccia non spaventa nessuno dei dirigenti Rai. E anche questa è una conseguenza del macroscopico conflitto di interessi di Berlusconi Silvio (come lo chiamano negli atti giudiziari), che usa la tv pubblica come un grimaldello per entrare in casa nostra e farci i comodi suoi. Del resto, si comporta nello stesso modo anche in casa sua, ovvero sulle reti Mediaset, dove, però, almeno paga le multe. O dovrebbe pagarle, come dovrebbe pagare presto i danni per essersi impadronito della più grande casa editrice italiana tramite corruzione di giudici. Prima o poi, tutti i nodi tornano al pettine, se si hanno capelli da pettinare. Ma Berlusconi anche coi capelli è in conflitto di interessi: quelli che ha chissà di chi erano e se sono stati acquisiti legalmente. Tutto è possibile per un uomo che, da un giorno all’altro, ha imposto un segretario alla testa di un partito che nel suo statuto non prevede elezione di segretari (né elettori),infatti nel Pdl non è difficile trovare persone soddisfatte della nomina di Angelino Alfano a segretario politico. Le sue doti umane spiegano bene i giudizi positivi. In tanti ne apprezzano la simpatia, e anche l’umiltà. Per esempio non molto tempo fa ad una piccola delegazione di ospiti di Berlusconi a Palazzo Grazioli capitò perfino di vedersi servire un bicchiere di prosecco da quello che un giorno sarebbe divenuto leader prescelto….beh’ se non altro come cameriere Angelino finora ha lavorato bene e se son rose…

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie, il commento è in attesa di moderazione.

♥ LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...