Effetti Immagini

Pagine

venerdì 3 giugno 2011

LA LETIZIA ..DI DONNA LETIZIA, RIABILITIAMOLA!!!

Milano libera, Milano espugnata, gridano tutti. Ebbene io sento  il bisogno di esprimere una voce fuori dal coro, per rendere omaggio a chi, prima di tutto, è una vittima. Vittima del proprio figlio, viziato fino al punto di non rendersi conto che i capricci infantili del figlio del sindaco mettono in difficoltà il sindaco stesso. Vittima dei propri collaboratori, a tal punto desiderosi di far presa sui propri mandanti giù a Roma da trascurare completamente l’obiettivo concreto e reale posto di fronte a loro. Vittima di Berlusconi, che non ha mancato occasione di esprimere il proprio disappunto per le uniche mosse sensate che la povera Letizia ha tentato di muovere in campagna elettorale. Vittima, in fondo, di se stessa, della propria incapacità come madre, come sindaco, come candidata, della propria mancanza di coerenza, di fiducia in se stessa e nelle proprie idee, della mancanza di rispetto nei confronti dei cittadini e della cosa pubblica. Perché, con un curriculum del genere, Silvio Berlusconi viene eletto e Letizia Moratti no? In fondo, cosa ha compiuto di diverso dall’amato leader? Si è spacciata per una del popolo e si è vantata delle proprie ricchezze. Ha accusato il proprio avversario di irregolarità nel giorno stesso in cui è stata lei a compierle  e poi ha accusato Pisapia di furto. Ha fornito ai comici di tutta Italia talmente tanti spunti che adesso l’unica cosa vera che si possa dire su Pisapia è che mi ha fatto venire la forfora. Ma non si può giudicare la vita di una donna da così poco: occorre guardare al passato. E il passato di Letizia Moratti è pieno di soddisfazioni. Per esempio le viene attribuita una catastrofica riforma dell’università (opera, in effetti, del suo predecessore Berlinguer: la riforma Moratti, ancora più catastrofica, non è mai stata applicata. Di lei si può dire quello che, tempo fa, dei manifestanti dissero della Gelmini: “Non solo la sua riforma distruggerà l’università italiana, ma non è neanche in grado di portarla fino in fondo”).Ancora prima, Letizia Moratti fu presidente della RAI. Il primo presidente donna. A dimostrazione di un principio caro alle femministe, Letizia provò che non occorre un uomo al posto di comando per rendere inefficiente e dannosa una grande industria culturale. Insomma, per farla breve: Letizia Moratti non è seconda a nessuno quanto a incompetenza, incoerenza, inaffidabilità e cattiva gestione di ciò che è di tutti. Ciononostante, non è stata rieletta…. Che sia anche lei vittima dei Comunisti puzzoni?

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie, il commento è in attesa di moderazione.

♥ LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...