Effetti Immagini

Pagine

lunedì 27 giugno 2011

I padani e l’8 per mille…

Ieri ero al telefono col Trota (figlio di Umberto I re di Pontida) a parlare di suo papà. Mi raccontava che  IL SENATUR è depresso e non sa’ più con chi se la deve prendere per diventare il più  grande Statista della storia mondiale. Mi sono permessa di suggerirgli un nome altisonante con cui riacchiappare tutto l’elettorato: “ PAPA RATZINGER”. Il trota felice mi dice: Shayra scrivimelo te un articolo da dare al mio papà (il Bisignani  è al momento in vacanza  in carcere) che io purtroppo  oltre che ignorante sono anche dislessico e hai visto mai che lui impedito com’è legge che dobbiamo andare a Napoli a togliere la monezza…. Eccomi quindi a scrivere un articolo in puro delirio bossiano, spero di esserci riuscita e non me ne volete, sono una che si fa’ commuovere dai bisognosi...
Caro popolo padano da oggi basta dare l’obolo alla chiesa di Roma, dovremo essere tutti uniti il 29 giugno perché è il 60.mo anniversario dell’ordinazione sacerdotale del Papa di Roma Ladrona. Per festeggiare,  prevedo ingenti spargimenti di immondizia e cassonetti. Calderoli  dopo un’indagine parlamentare approfondita mi ha detto che era una bella giornata di sole il 29 giugno 1951, quando il giovane Joseph Ratzinger, assieme a suo fratello maggiore Georg e a una quarantina di altri candidati, si prostrava a terra nel Duomo di Frisinga per essere consacrato sacerdote del  quarto Reich. Sessant'anni dopo, tutta la Chiesa si appresta a festeggiare il traguardo di un uomo che ha vissuto la fedeltà al suo ministero sino al traguardo più alto, quello di perseguitare i padani celtici e la loro fede. Le Conferenze Episcopali invitano a organizzare celebrazioni di ringraziamento. Già iniziati i rastrellamenti in terronia. Per Ratzinger la vocazione è arrivata in età giovanissima. Subito dopo il primo raduno celtico di Pontida. La sua formazione nel seminario fu interrotta solo dalle drammatiche esperienze della guerra. C'erano così pochi padani che i seminaristi erano costretti a importarli con i treni dalla Penisola Scandinava alla foce del Po sul Monviso . Il papa riceverà in regalo anche 60 gadget di accendini con l’immagine di Rosy Mauro nota bellezza padana. Un'azienda napoletana cucirà gli abiti dei cardinali per la celebrazione che si terrà in Piazza San Pietro sono anni che cuciono abiti per i gay. Castelli dichiara: "Sullo stolone saranno ricamati simboli celtici" che stanno benissimo con il  crocifisso e il  credo padano “fora da’ i ball”. Gli abiti verranno donati al Vaticano da un fedele che per il momento ha voluto mantenere l'anonimato. Si sa solo che vive  a Torino e si chiama Borghezio. I 220 paramenti pare abbiano un valore che oscilla tra i 350 e i 500 milioni di euro l'uno.
Detto questo io sottoscritto “l’Umbert nazional” propongo di prendere l’8 per mille dai napoletani, i mussulmani, gli extracomunitari e tutte le varie minoranze etniche (tipo gli zingari e i barboni) e darlo alla Nazione Padana dicendo basta al potere politico del PAPA che da sempre perseguita il popolo  Padano e la sua fede Celtica…


Nessun commento:

Posta un commento

Grazie, il commento è in attesa di moderazione.

♥ LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...