Effetti Immagini

Pagine

giovedì 30 giugno 2011

CERCASI/OFFRESI LAVORO..

Egregio  Team SOFTWARE HOUSE

Un anno fa ho cambiato l’applicazione LAVORO INCERTO 7.0 per l’applicazione LAVORO INSICURO 1.0 che ha generato subito l’applicazione LAVORO PRECARIO  1.0 che occupa tantissimo spazio sul disco. Le istruzioni non dicono niente di questo fatto. Ma ciò che più mi preoccupa è che l’applicazione LAVORO PRECARIO 1.0 si auto installa su tutte le altre mie applicazioni e in più si lancia automaticamente quando apro un’altra applicazione (tipo leggere gli annunci di lavoro) fermandola. Quindi applicazioni come: Offresi lavoro come Aiuto-Becchino 10.3 e Porta Cassette di Mele Marce 5.0 non funzionano più. Qualche volta compare un virus denominato Brunettus 1.0 che blocca il sistema oppure fa si che l’applicazione LAVORO PRECARIO 1.0 si comporti in modo molto preoccupante. Vorrei disinstallare LAVORO PRECARIO 1.0 e reinstallare LAVORO INCERTO  7.0 o magari un’altra versione con prestazioni più avanzate, ma mi sembra troppo complicato e non vorrei rischiare , anche perché il mio sogno sarebbe installare LAVORA CON ME 6.2 (Offerte imperdibili dal ministero delle finanze)  che ho visto ieri sul pc di un amico e devo dire che funziona una meraviglia, infatti per  ridurre drasticamente il costo del lavoro, nei prossimi tre anni, è previsto un graduale ritorno ad un sistema sociale basato sulla schiavitù, i sindacati stanno già trattando con le parti in causa sul numero di frustate che un imprenditore potrà dare giornalmente ai propri dipendenti (si pensa ad un numero variabile dalle venti alle trenta), mentre l’uscita dall’area Euro e il ritorno al baratto è visto di buon occhio da tutte le forze politiche. Il software ti installa i rapporti di cambio e vedi subito che con trenta patate americane ti potranno pagare lo stipendio come operaio  (per un deputato   si parla di sei milioni di patate americane). Grande la soddisfazione dei produttori di patate americane. Le migliorie riguardanti tasse, sanità e pensioni saranno svelate nel software “TREMO(nti)-AL PENSIERO 5.3” (ogni cd conterrà una miglioria) e comunque solo dopo riconferma dell’attuale governo.
Sono disperata! Aiutatemi!!!!!

RISPOSTA dal Team SOFTWARE HOUSE :

Gentile cliente,
Il suo problema è frequente tra i disoccupati, ma il manuale d’istruzioni avvisava (sull’ultima pagina) che passare da LAVORO INCERTO 7.0 a LAVORO INSICURO 1.0 comporta dei rischi (operazione sconsigliata). LAVORO PRECARIO 1.0 non è più un’applicazione di divertimento come LAVORO INSICURO 7.0, ma è un Sistema Operativo Completo fatto per controllare tutte le altre aspirazioni personali. Non è più possibile tornare a LAVORO INCERTO 7.0 perché è stato cancellato definitivamente. Lo stesso vale per il virus BRUNETTUS 1.0 che comporta problemi di compatibilità con tutti i sistemi; quindi disinstallarlo significa disinstallare LAVORO INCERTO 1.0 (che tra l’altro discende da LAVORO INSICURO 1.0).E’ sempre meglio aspettare che LAVORO PRECARIO 1.0 si disinstalli da solo tra qualche  secolo. Per fare funzionare meglio LAVORO INSICURO 1.0 consigliamo di acquistare i pacchetti POVERI & SPORCHI  con tutte le sue versioni più costose, il pacchetto BUNGA CHE TI PASSA, ma soltanto le ultime versioni, e per finire l’aggiornamento  FATTENE UNA RAGIONE  E PAGA 3.01.

Grazie per aver scelto il nostro prodotto e Le auguriamo lunga vita e buon divertimento.

mercoledì 29 giugno 2011

Aumenta l’IVA!!!

A Villa Grazioli i generali del Pdl convocati da Silvio per una coesa riunione con Tremonti, sono tutti concordi nel dire che Giulio si è bollito il cervello!!! Si dicono tra loro: non possiamo tagliare gli investimenti per le infrastrutture saremo costretti a rinunciare al ponte sullo Stretto, non possiamo permettercelo, è un'opera così costosa che Brunetta l'ha messa nella sua lista di nozze. Scilipoti imbucatosi per potere mangiare qualche briciola caduta dal Buffett dice: ha ragione Crosetto, la manovra è da psichiatra, io lo so’ bene sono in cura da 45 anni… Gli ribatte Quagliarello (altra mente acuta): ma non lo capisci che rischiamo di uscire dalla zona Euro per entrare nella zona Neuro? Ora basta si altera Silvio: Giulio, piantala con questo stucchevole buonismo terzopolista, la priorità del Governo è salvare me! E tu stai solo cercando di approfittartene perché ora sono in difficoltà. Sei finito ribatte Giulio, i Pm comunisti di Milano accusano Mora, Fede e Nicole Minetti di avere indotto per favorirti più di una persona a prostituirsi!. Cosa stai dicendo?! Io nemmeno li conoscono Calearo e Scilipoti!. Sentimi bene, il ministro dell’economia sono io e si fa quello che dico io, dobbiamo rispettare gli impegni presi con la Bce a costo di ridurre sul lastrico le famiglie italiane: non possiamo deludere Moody’s!. «Tra-laa-laaa-non-ti-sento! Tra-laa-laa». Ok tappati le orecchie quanto ti pare, ma sappi che di questo passo rischi di non arrivare a fine legislatura! Non ti illudere: 18 mesi passano in fretta. Sono 18 anni che non mi passano mai. ...Ma che è questo “Bordello” là fuori? Guarda, quanta gente… Ma chi sono? …Saranno quelli di Moody’s. Te lo avevo detto che si sarebbero arrabbiati. Manda Cicchitto a vedere che vogliono e a rilasciare le solite cazzate che dice lui…. AZZ capo sotto ci sono 256 milioni di precari con gli striscioni che dicono : a nome del popolo italiano potrà aumentare di poco l’IVA , ma di molto l’IVAffanculo …




NDR
Ragazzi lasciatemi un commento se vi ha strappato un sorriso.
Ciao a tutti.



martedì 28 giugno 2011

TVB MARCO TRAVAGLIO…

Altro che P4, altro che Bisignani, altro che macchina del fango. C’è ben altro! Trame oscure che avvolgono e soffocano l’Italia come una cappa oscura. A inseguirne i fili è una super-procura super-segreta, composta da super-pm dotati di super-poteri “I MARVEL PM”.
Come? Grazie a Marco Travaglio. Il giornalista ha infatti dimenticato, nel cestino dei rifiuti di un palazzo di giustizia, una copia del settimanale “Il fatto enigmistico”. Così, tra una sciarada,un rebus e un cruciverba crittografato, è stato rinvenuto un brogliaccio con i suoi appunti sulla struttura  della LOGGIA super-segreta chiamata “Parlane al Papi - Nome in codice: Orecchioni”. La sua attività, coordinata dal colonnello Timpano e dal maresciallo Origlio, è una sola: intercettare, tutto, ovunque, sempre e poi informare i super-pm tramite il cellulare di Santoro.
Ecco, allora, quali sono le P  delle indagini più pericolose, scoperchiate e poi identificate da tutti  i documenti lasciati in giro dal povero Marco Travaglio:

p3,14 (Pi greco). L’operazione è scattata al termine del referendum. Sono stati intercettati per mesi tutti gli sms delle starlettine e gieffine. A insospettire gli inquirenti della super-procura è stata l’espressione: “Papi, ho un problema con il teorema: mi aiuti vero? Non fare scherzi, in cambio ti prometto … (parole incomprensibili) Ciao, la tua Pucci”. Già a sentire la parola “papi” Repubblica ha preparato le “100 domande mai risposte da Silvio” e ha sguinzagliato i suoi migliori cronisti giudiziari in tutte le stanze di Arcore. Il giorno dei provini per il GF 578,  27mila uomini della Guardia di finanza, 12mila vigili del fuoco, 14mila alpini e 6mila Dame della San Vincenzo sono stati mobilitati nell’operazione “Tette, Culo e Labbroni” nelle  discoteche italiane, arrestando tutte le “rifatte”. Ma poiché’ tutte negavano di conoscere il chirurgo estetico gli inquirenti hanno emesso una raffica di avvisi di garanzia scaduta …..

P6-1-7 (Pippo Pirillo). È l’operazione investigativa più impegnativa. Le intercettazioni hanno riguardato 90.239 persone su 90.239 concittadini di questo famoso faccendiere amico di Marco. In pratica, sono state passate al setaccio tutte le chiamate urbane effettuate da chi lo conosce. “Una fitta rete di conoscenze e di favori che lasciano allibiti per la loro ramificazione in tutti i gangli e in tutti gli aspetti della vita della città”: queste le parole dei super-pm una volta acquisiti agli atti i 172 Tir pieni di elenchi di carta riciclata e di faldoni con i verbali che sono stati raccolti dagli Spazzini di Collegno (ex manicomio). L’aspetto più inquietante, sempre secondo i super-pm, è che, dall’esame delle chiamate extraurbane, sembrerebbe esistere una connessione con l’indagine P7- (Pupu’ settete), che coinvolge 102.781 indagati su 102.781 concittadini di Marco Travaglio tenuta ancora top secret, vista la delicatezza del materiale inquisitorio raccolto…
Marco ti sono vicina in questo momento di dolore….

lunedì 27 giugno 2011

I padani e l’8 per mille…

Ieri ero al telefono col Trota (figlio di Umberto I re di Pontida) a parlare di suo papà. Mi raccontava che  IL SENATUR è depresso e non sa’ più con chi se la deve prendere per diventare il più  grande Statista della storia mondiale. Mi sono permessa di suggerirgli un nome altisonante con cui riacchiappare tutto l’elettorato: “ PAPA RATZINGER”. Il trota felice mi dice: Shayra scrivimelo te un articolo da dare al mio papà (il Bisignani  è al momento in vacanza  in carcere) che io purtroppo  oltre che ignorante sono anche dislessico e hai visto mai che lui impedito com’è legge che dobbiamo andare a Napoli a togliere la monezza…. Eccomi quindi a scrivere un articolo in puro delirio bossiano, spero di esserci riuscita e non me ne volete, sono una che si fa’ commuovere dai bisognosi...
Caro popolo padano da oggi basta dare l’obolo alla chiesa di Roma, dovremo essere tutti uniti il 29 giugno perché è il 60.mo anniversario dell’ordinazione sacerdotale del Papa di Roma Ladrona. Per festeggiare,  prevedo ingenti spargimenti di immondizia e cassonetti. Calderoli  dopo un’indagine parlamentare approfondita mi ha detto che era una bella giornata di sole il 29 giugno 1951, quando il giovane Joseph Ratzinger, assieme a suo fratello maggiore Georg e a una quarantina di altri candidati, si prostrava a terra nel Duomo di Frisinga per essere consacrato sacerdote del  quarto Reich. Sessant'anni dopo, tutta la Chiesa si appresta a festeggiare il traguardo di un uomo che ha vissuto la fedeltà al suo ministero sino al traguardo più alto, quello di perseguitare i padani celtici e la loro fede. Le Conferenze Episcopali invitano a organizzare celebrazioni di ringraziamento. Già iniziati i rastrellamenti in terronia. Per Ratzinger la vocazione è arrivata in età giovanissima. Subito dopo il primo raduno celtico di Pontida. La sua formazione nel seminario fu interrotta solo dalle drammatiche esperienze della guerra. C'erano così pochi padani che i seminaristi erano costretti a importarli con i treni dalla Penisola Scandinava alla foce del Po sul Monviso . Il papa riceverà in regalo anche 60 gadget di accendini con l’immagine di Rosy Mauro nota bellezza padana. Un'azienda napoletana cucirà gli abiti dei cardinali per la celebrazione che si terrà in Piazza San Pietro sono anni che cuciono abiti per i gay. Castelli dichiara: "Sullo stolone saranno ricamati simboli celtici" che stanno benissimo con il  crocifisso e il  credo padano “fora da’ i ball”. Gli abiti verranno donati al Vaticano da un fedele che per il momento ha voluto mantenere l'anonimato. Si sa solo che vive  a Torino e si chiama Borghezio. I 220 paramenti pare abbiano un valore che oscilla tra i 350 e i 500 milioni di euro l'uno.
Detto questo io sottoscritto “l’Umbert nazional” propongo di prendere l’8 per mille dai napoletani, i mussulmani, gli extracomunitari e tutte le varie minoranze etniche (tipo gli zingari e i barboni) e darlo alla Nazione Padana dicendo basta al potere politico del PAPA che da sempre perseguita il popolo  Padano e la sua fede Celtica…


domenica 26 giugno 2011

Collaboriamo tutti per un’Italia migliore…

Ultimamente, leggendo i giornali mi sono trovata, come credo tutti risucchiata in questa bufera d’immondizia mediatica. Del resto è risaputo tira più una pelle di vacca a forma di poltrona che fare il pastore in Aspromonte… Allora mi dico: “Il Lupo perderà il pelo, ma non il vizio… Ma anche le vacche non scherzano!” .E così  stanotte invece di dormire pensavo a come ha iniziato il Bisignani le sue pubbliche relazioni  e mi sono detta: “Ma visto l’andazzo, vista la crisi, vista la mancanza di lavoro, ma soprattutto vista la richiesta crescente… Perché non aprire una bella Fashion Agency che tratta solo Escort e Gigolò?”. Tipo alla Lele Mora, però… low cost e senza INTERCETTAZIONI!!!! .In pratica un’agenzia che offre servizi umani al 50% di sconto. In questo modo prenderei  3 piccioni con una fava…insomma applicherei il Metodo Ruby (BERLUSCONI –FEDE- MORA) il tutto con partita iva legalmente richiesta all’erario!! Darei  lavoro a molti disoccupati e precari. Dicono che ci vuole flessibilità! Più di così. Un bel contratto che prevede anche gli ammortizzatori sociali…Materasso e cuscino! E poi  si soddisfa un fabbisogno nazionale che è in enorme crescita! Del resto in Italia sono anni che va tutto a  puttane, i cittadini prima o poi si dovevano adeguare. Avrei già anche il nome dell’agenzia. La Bisi&Berlu Management . Basterebbe creare un bel sito internet. Tipo Facebook, però anziché essere un “Social Network”, farei un “Tromba Network”. Lo farei così: entri nel sito, nella home page metto una bella foto di Arcore…In alto la sezione Escort e Gigolò con prezzi e  offerte. Cerchi quello che vuoi e quando lo hai trovato clicchi: “Aggiungi al carrello”; e procedi alla trombata. Mi immagino già anche una bella applicazione per Iphone e Ipad. La trombata touch! Poiché’ però   la mia è un’offerta low cost  ( GLI ISCRITTI AL SITO PERO’ DEVONO ESSERE SOLO PARLAMENTARI, SENATORI,GENERALI,IMPRENDITORI …AL MAX QUALCHE MILIARDARIO) ci sono  alcune limitazioni del tipo:

La prestazione può avvenire in piedi, sulla scrivania o al massimo sulla poltrona. Anche sulla lavatrice, ma spenta. Se la si vuole in centrifuga si pagano a parte detersivo, ammorbidente e corrente all’ENIMONT. Il preservativo è compreso, ma solo quello Flash Gordon, quello classico costa il 10% in più, mentre quello Poste Italiane “ritardante” il 25% in più. Il rapporto è muto anti- intercettazione!!. Eventuali vagiti o godimenti si pagano a parte. Si può scegliere tra: Ahh, ahh; oppure Ohh, Ohh, ma anche Sii, sii, sii. Tutti comprensivi, chiaramente, del segnale: Vengo, Prendo, Magno  e non ti conosco!!!La prestazione  è a tempo, i primi cinque minuti sono compresi, dopo si pagano 12 centesimi a intercettazione. Per l’eventuale uso del bagno bisogna usare il “ gabinetto dei ministri” e in verità non conosco i prezzi che applicano (rivolgersi al Bisignani per le informazioni), sono optional che si pagano a parte! Infine dopo il rapporto si deve liberare velocemente la home page e prima di uscire si deve saldare il conto. Accettata solo la carta di credito clonata o proveniente da una banca delle Caiman. Insomma un’oasi felice dove  soddisfare i propri istinti al 50% di sconto in meno di quello che chiedeva Bisignani o Mora ,tanto sono la stessa cosa!!

Potrei anche offrire delle offerte speciali low cost tipo : “Trombata last second”, ti sconto il 15% se sostituisci un Parlamentare. Dopodiché l’immancabile: “Sconto comitiva per una notte ad Arcore”. In questo caso mi immagino la fila stile banco degli affettati…Avrei le code fino a Cefalonia .E che dire di quest’altra offerta : La fidelity card o meglio la:”Fidelity Tromb”.Ogni 10 intercettazioni , 2 trombate gratis. Inoltre di tanto in tanto non potrebbe mancare la: “Settimana del sotto costo”. Come nei supermercati anche nel sesso farei  la: “Settimana del sotto costo e del fuori tutto!”. O meglio… visto il momento politico direi: “Dentro tutti!”.
Insomma ,come dice Brunetta ,CARI PRECARI  datevi  da fare e un lavoro lo trovate, anzi di più ,abbiamo l’ esempio dei nostri governanti  che  “sudando E lavorando” sono arrivati  alla  poltrona…Vuoi vedere che mi siedo pure io?

sabato 25 giugno 2011

Oggi mi sento suocera….


Le Procure che indagano sulle inchieste di questi giorni (sempre che riescano a dimostrare che sia stato Bisignani a infettare col batterio  Escherichia coli  mezza Europa) hanno 2589.2694,2458,000000,700 di pagine di intercettazioni e verbali, tutti fanno rivelazioni sconcertanti, la moglie di Berlusconi ha detto a Mora: “Mio marito non sta bene, frequenta le minorate dentali”. Insomma che ne dite: aspettiamo che su Rete 4 mandino il video in cui si vede  un Dentista romano, precario da cinque anni,  che si rifiuta di estrarre  al ministro Brunetta un dente pre-cariato?
Già lo sento il buon Cicchitto: “Il premier è stato costretto guardare il video mandato dal Bisignani a Fede  per evitare un caso internazionale”. Cicchitto è il mio mito, dopo Pippo Pirillo , Pirillo Pippo  e Tizio Pautasso (li ho messi in ordine di preferenza, badate).
Però adesso siamo tutti informati e consapevoli dell’alto grado di responsabilità dei nostri parlamentari(speriamo che una legge porti prestissimo a quota 20 milioni di euro al mese il loro stipendio) . Per la serie “Quarto Podere”,  Berlusconi ha concesso un’intervista a ”Sfonda la Porta” sul Tg1. Vespa ha messo
 in serio imbarazzo il premier, inginocchiandosi ancor prima che gli fosse ordinato e ponendogli delle domande irriverenti del tipo: Cosa ne pensa dell’economia ora che gli zucchini e i cetrioli hanno costi insostenibili? Ha visto che bella dentiera che ho? Lei nella pasta alla carbonara ci mette la pancetta? Bravo Tg1, un altro servizio graffiante dopo quelli sul quanti peli ha una scimmia con l’alopecia, l’afa  in Groenlandia e sulle smagliature artistiche del sedere di Scilipoti!!
Ma parlando di arte (e qui scusatemi ma Sgarbi lo paghiamo per questo ) lo sapevate, che stanno girando delle 
foto di Berlusconi  e Bossi nudi in piscina con la Brambilla? Bisignani dice che le ha date alla mafia.

Vabbè… fin quando restano nel partito...

Cari amici, mi scuso per avervi tediato e voglio lasciarvi con un ultimo pensiero: Gli amici di Pannella chiedono di nominarlo senatore a vita se cesserà lo sciopero della fame e della sete, i suoi oppositori sono d’accordo ma solo se non smette più lo sciopero… che ingiustizia nei confronti di Silvio che vorrebbe diventare il presidente dell’universo!!



venerdì 24 giugno 2011

“Corso di Tecniche di Negazione”

La lezione di oggi è un estratto del corso di “Tecniche di negazione” che tengo presso la Facoltà di Ipocrisia e Menzogne dell’Università del Libero Pensiero, l’Ateneo fondato da Berlusconi a Escortlandia. La motivazione che è alla base di questo corso è semplice: dopo tutto quello che abbiamo letto e sentito in questi giorni se qualcuno vi chiede conto di un vostro comportamento sta commettendo una grave ingerenza nella vostra vita privata. Quindi imparare a negare, a omettere, a nascondere, a falsificare, è un esercizio legittimo che può tornarvi utile nella guerra quotidiana contro gli illiberali. Per farvi comprendere meglio vi illustro una situazione che potrebbe capitare ad ognuno di voi. Immaginate di trovarvi sdraiati sul divano a guardare il tg di Rete 4 che tratta solo ed esclusivamente di fatti attinenti alla cultura e alla politica sociale mentre  siete soli in casa. Al culmine delle notizie su Berlusconi e la banda Ladrotti parte un rigurgito che vi fa’ involontariamente vomitare sul prezioso tappeto persiano di vostra madre….
Il tappeto è ormai compromesso, vostra madre sta per rientrare e voi siete fottuti. Come vi tirate fuori da questa situazione? Una coraggiosa assunzione di responsabilità – come alcuni individui responsabili che abbiamo  al parlamento ci insegnano – sarebbe non in linea con i valori che animano questo Ateneo. Che sono valori di libertà. Libertà anche di vomitare sui tappeti, se ce lo richiede quella rete di neuroni subcorticali infettati dalle radiazioni delle notizie trasmesse dal famoso direttore Emilio Fede.
Ecco la soluzione a tutto,  questo è lo scopo della mia lezione di oggi: imparare a non capitolare di fronte alle evidenze, a non cedere alla tentazione di ammettere la colpa. Mentire , negare e improvvisare come dice sempre il mio amico Silvio.
Ecco quindi alcuni miei suggerimenti:
 1. Sbarazzatevi del tappeto e fate finta di niente. Alle prime rimostranze di vostra madre ditele che quel tappeto di cui crede di ricordarsi, non è mai esistito. Iniziate a parlarle di Gianni Letta.
2. Ingaggiate un immigrato clandestino, fatelo picchiare da un leghista  (se avete poco tempo cercatene uno già svenuto  dalla fame) e sistematelo sul tappeto con il ferro da stiro in mano.
3. Mettetevi sul tappeto in posizione meditativa facendo attenzione a coprire la macchia. Restate così per i prossimi mesi… Per i bisogni corporali  chiedete a Masi che di EMME  se ne intende.
4. Non rispondete alle accuse di vostra madre, anzi, sollevate un conflitto di attribuzione. Ditele che non è lei competente a giudicarvi ma lo sono semmai il consiglio dei ministri che decidono se è stato un legittimo impedimento o se sei impedito te.
5. Chiamate subito il Bisignani (con messaggi di fumo criptati) che come sapete vede e prevede e il tappeto torna come nuovo grazie a “Rolexbrill casa bella”….

 Lezione finita, spero di essere stata  utile per farvi capire che non esistono situazioni senza via d’uscita, per una libera pensatrice.






giovedì 23 giugno 2011

Bisignani… l'Italia è con te!!

Ormai sono giorni caldi per il governo, che (oltre ad aver perso la maggioranza degli italiani e ad avere una maggioranza parlamentare risicata ma ben pagata) è costretto a difendersi dall’ultimo processo che lo coinvolge pienamente: il caso Bisignani! Il “povero” Gianni Letta potrebbe finire indagato, insieme ad altri volti noti della politica e della società come la Prestigiacomo, Masi, Santanche’ ecc…. ma anche volti meno noti (ma pur sempre voti in parlamento) come Alfonso Papa (PDL), ma tutti gli esponenti della maggioranza fanno quadrato intorno ai loro “compagni di partito”, e li difendono ovunque (negare, negare, negare sempre) ma soprattutto in tutti i modi! Al primo posto per la brillante difesa c’è il ministro Sacconi. Bisignani è amico di tutti!! E allora? Aiutava tutti è un ex  boy –scout. Basta questo per farlo finire in carcere? Al secondo posto c’è il giornalista Belpietro. Lui si offre come primo carcerato, scrivendo dalle pagine di LIBERO “io conoscevo Bisignani, e tutti gli indagati, quindi arrestatemi!”. Al terzo posto c’è Feltri, che in veste di magistrato dichiara “le intercettazioni sono prive di contenuto” e manda la condoglianze ai “poveri commissari costretti ad ascoltare ore di intercettazioni noiose” e per giunta “senza la presenza di sesso”. Forse dovremmo dire a quello stordito di Feltri che il caso “Ruby” è un altro processo, che si tiene a Milano! Pensate che questo sia abbastanza per scagionare i ricattati e gli amici di Bisignani? Ed ecco che arriva il super genio Ferrara, che dalle pagine del suo FOGLIO scrive col suo recente tono libertino “quelli che conoscevano Bisignani hanno fatto successo, quindi meglio commettere reati!”. E noi, poveri rispettosi della giustizia, che ci indigniamo per i favori offerti dal faccendiere Bisignani, siamo solo dei moralisti (Da domani basta lavorare ragazzi.. tutti a rubare!!). Comunque se io fossi  quel cervellone della Gelmini (grazie Bisignani che l’hai aiutata a diventare ministra) tra i temi d'esame avrei proposto questo: “Parlate a vanvera con estrema sintesi del metodo Bisignani e analizzate in dettaglio come avveniva la spartizione della torta e di quanti gradi si inclinava la sua rete di conoscenze sino all'esaurimento della mazzette. Dite infine se merita di diventare presidente dell'Affondo Monetario Italiano.
Io personalmente miei cari ...avrei fatto un tema con i fiocchi, credetemi sulla parola.

Ps: Brunetta  è questa  la MEGLIO Italia?




mercoledì 22 giugno 2011

Anche io voglio essere amica di Bisignani..

Nuovi sconvolgenti verità sull’inchiesta legata alla loggia P4. La strega cattiva di Biancaneve non agì da sola ma su suggerimento di Bisignani. Questo è quanto emergerebbe dagli ultimi interrogatori compiuti dagli inquirenti.
Biancaneve, interrogata oggi, ha dichiarato: “Era amico di tutti, apprendo oggi che ogni tanto veniva da noi e giocava a tresette con Dotto ,Brontolo e l’ultimo nano di cui non ricordo il nome. Pisolo è stato anche suo testimone di nozze. Mi sembra impossibile che fosse legato alla strega cattiva”. Biancaneve, in preda ad una crisi isterica, è uscita dall’aula accompagnata da un principe azzurro molto coeso e responsabile. Ha fatto inoltre un sacco di stupore  la dichiarazione di Ninnolo secondo cui lui e Bisignani avrebbero fatto il militare assieme a Pontida.
Per ora la Strega cattiva ha rilasciato un’intervista esclusiva  a Belpietro dove dichiara:
“Ogni mattina in Padania un leghista si sveglia: sa che deve correre più in fretta dell'immigrato o verrà emarginato dagli altri leghisti. Ogni mattina in Padania un immigrato si sveglia: sa che deve correre più del leghista o verrà malmenato, umiliato, denigrato. Quando il sole sorge, non importa se sei un leghista o un immigrato: meglio che cominci a correre. 
Ma se devi scommettere su qualcuno ricorda che il leghista ha il Cayenne ed è amico di Bisignani.”



La strega cattiva



martedì 21 giugno 2011

Facciamo il punto sui Ministeri in Padania..

Molto importante l'incontro di ieri sera al vertice del PDL svoltosi a Palazzo Grazioli .
Olindo Calderoli  è stato chiamato all'ultimo minuto perché nel casino originato dalle richiesta della Lega sullo spostamento di alcuni ministeri, Berlusconi e la sua congrega non capiscono più una mazza(invece finora era tutto chiaro ma solo a loro …).
I chiarimenti portati da Calderoli che, non dimentichiamolo, è Ministro per la Semplificazione non hanno semplificato nulla e questo per fortuna è il suo lavoro.
Ora da quello che ho capito io, Maroni, per sopperire alla mancanza di personale nelle forze dell’ordine, vuole che per decreto tutti gli uomini al di sopra dei 18 anni diventino di fatto dei poliziotti. Questi potranno farsi la multa a vicenda senza un valido motivo. La richiesta di quaranta portaerei da mettere di pattuglia nei canali non è stata presa in considerazione. Bossi ha elencato in maniera dettagliata le sue richieste e, a parte quella di far diventare suo figlio (Il trota) Presidente della Banca Centrale Europea, sono state ritenute tutte molto interessanti. Tra queste spicca la richiesta di ridurre il numero dei parlamentari ad un massimo di tre, questi i nomi candidati: Scilipoti, la Mussolini simpatica come il virus Ebola  e un tale Pippo Pirillo con cui Bossi ha fatto il militare in Padania. Per finire Castelli ha chiesto il trasferimento di Roma in Canada, seicento cravatte e un mantello d’oro con la corona da indossare nelle occasioni più importanti. La discussione è durata a lungo ma, a quanto pare, una lista definita deve essere ancora compilata. In ogni caso i tre sono stati concordi nel richiedere, in caso di divorzio tra la Lega e il PDL, la casa di Arcore ed un milione di euro al mese in alimenti (Veronica docet).
Ma ricapitolando, da quello che ho sentito dalle mie Dagospie (I Puffi Blu in incognito a palazzo Grazioli) la proposta della Lega per le nuove sedi dei ministeri è la seguente:
Ministero dei Trasporti a Monza perché c'è l'autodromo.
Ministero delle Riforme a Cassano Magnago perché è dove abita Bossi e gli viene comodo lì.
Ministero della Semplificazione a Bergamo, residenza di Olindo Calderoli
Ministero della retta via e del Buon Costume ad Arcore
Per bilanciare gli spostamenti alcuni Ministeri saranno trasferiti al Sud.
Ministero dell'ambiente a Napoli che ne ha bisogno.
Ministero della Giustizia a Corleone.
Ministero degli Esteri a Lampedusa.
Ministero della Salute a Canicattì.
Ministero per le Par Condicio in Libia.


lunedì 20 giugno 2011

Pontida.. da Casino a Casino’!!!

Cito testuali parole del Bossi:”  terrun.. zingar..puzzon.. duro  (ma che?) merd….ieuklejfieruhgne,,dkfirem,,terun,,forakjdiw  da balkerut kieretui ball ..padan....”  ecc..

Tradotto in italiano  diventa : avviso a Berlusconi e Tremonti: "Leadership a rischio senza riforma fiscale"
Paura! Stiamo già vedendo gli alleati con la mano sulla bocca e le lacrime che sgorgano. Stanno, infatti, soffocando le risate. Meno male che c'era Borghezio l’ubriacone . I suoi deliranti "ce ne fottiamo dell'Italia, il nostro obiettivo è la padania secessionista" sono serviti per sedare i più incazzuti (elmi cornuti, spadoni, calzamaglie finto metallo.. insomma gli intellettuali della lega). Roba da arresto (per Borghezio non per i travestiti), ma visto come siamo messi s'è costretti a ignorarlo, siamo troppo presi dal cercare di capire perche’ Bossi mette il sigaro nell’orecchio e il dito medio nel naso!!
 Pontida "minacciosa". Minaccia di che? O bella! Se cade 'sto governo i leghisti non possono mica più avere ministri degli interni e da quote latte, ma giusto parlamentari (+ o -) normali d'opposizione. Pontida ha invece  sostanzialmente sentenziato, con profusi leccalulismi al geniale premier gli ammonimenti al Tremonti (per loro Tremante) e citazioni sul coglionismo dei giornalisti, che  quella (+ o -) normalità a loro non toccherà più. Il Maroni (non in divisa), osannato da striscioni che lo vogliono addirittura premier, pare stare al gioco. A nessuno è dato sapere quanto a 'sto gioco ci stanno i loro elettori, ma soprattutto pagatori della posta. Il popolo sovrano a 'sto punto può pur lasciarli giocare mentre il vero premier Silviuzzo nostro manda in stampa il suo ultimo libro che posto qui sotto:


In uscita il 22 Giugno 2011 in omaggio con la rivista "CHI" diretta dal  Signorino Signorini.

domenica 19 giugno 2011

In attesa di Pontida….

Mentre aspetto trepidante quello che partorira' quella straordinaria mente di Bossi (sperando che la riesca a trovare nei meandri del vuoto assoluto che regna nella sua povera testa) mi vengono da fare le codeste considerazioni:

1) Il fino ad oggi intoccabile Luigi Bisignani, piduista e consulente di Palazzo Chigi, è stato arrestato per favoreggiamento e rivelazione del segreto d’ufficio. Si avvia così al tramonto l’epoca della P4. È cominciata quella della P5…
2) L’indagine dei Pm napoletani chiama in causa l’altro eterno intoccabile dell’entourage berlusconiano: Gianni Letta. «Lo informavo di tutte le vicende giudiziarie che potevano riguardarlo direttamente o indirettamente», racconta Bisignani. Letta vacilla, ma difficilmente crollerà: è l’unica cosa antisismica costruita in Abruzzo con i soldi delle cricche. Dopo Tangentopoli, è venuta in Italia una delegazione di architetti giapponesi per studiare l'ossatura di Gianni Letta. Non capivano come aveva fatto, solo lui tra i potenti, a restare in piedi. Tanto che nella regione di Fukushima  ricostruiranno le centrali nucleari a forma di Gianni Letta.
3) Il falco Straquadanio ha perso le staffe: «La sinistra vince su internet perché gli statali non fanno un cazzo». Mentre quelli di destra evitano di perdere tempo sul web: Berlusconi si è cancellato da FaceBook perché era stufo di star lì tutto il giorno a farsi taggare nelle foto di Noemi, mentre Brunetta passa interi pomeriggi a cazzeggiare tra un milione di offese e l’altra da cancellare.
4) Le ultime rilevazioni dicono che una coalizione di centrosinistra formata da Pd, Idv e Sel supererà il blocco Lega-Pdl di 3,5 punti percentuali. Dicono anche che il gradimento di Berlusconi è ai minimi. Nelle ultime rilevazioni è dietro ai germogli di soia (che secondo Fioroni e D’Alema dovrebbero allearsi con il Pd per battere Berlusconi visto il successo che hanno avuto dal punto di vista alimentare).
5) La Lega scalpita: «Servono scelte coraggiose o rischiamo di non arrivare a fine legislatura». Il governo è così precario che Brunetta lo ha insultato , “Siete la vergogna dell’Italia peggiore andate a rubare ai mercati generali alle 5 di mattina… Fagnani”!!!!

giovedì 16 giugno 2011

Noi Blogger nulla facenti….

Fallita la missione di far credere che hanno vinto loro le elezioni amministrative e poi anche i referendum, i berluscones si sono trincerati nello strenuo tentativo di negare almeno che abbia vinto il Pd. Secondo il parere disinteressato di lor signori, a far prevalere i il Si nei quesiti referendari sono stati i movimenti, i blog e magari i parroci, mentre il Pd si sarebbe limitato a cavalcarli. Ora, a parte il fatto che ci vorrebbe molta ingegneria politica anche a realizzare una operazione del genere, diventa sempre più evidente che, invece, Pdl e Lega uniti hanno dimostrato di non saper cavalcare neanche i propri elettori. Ma la più geniale spiegazione della sconfitta l’abbiamo sentita (grazie al Tg3) per bocca dell’onorevole Stracquadanio, il quale ha sostenuto che, ‘per forza i blogger hanno vinto: non hanno un cazzo da fare se non starsene a casa davanti al computer!’. Invece il povero Straquadanio, con tutto il da fare che a imperversare in ogni pertugio televisivo per impedire agli altri di parlare, è chiaro che poi non trova il tempo di vincere né lezioni, né referendum.

Piccolo inciso su Brunetta: un Rappresentante della Repubblica che si permettere di offende i lavoratori, è inaccettabile, Brunetta insulta e dice di essere stato insultato ,bhe’ mi vien da dire che i nani di Biancaneve almeno andavano a lavorar!


mercoledì 15 giugno 2011

Le osservazioni di un Commercialista

Forse mi sono sempre dimenticata di dire nei miei post sulle meditazioni quotidiane che scrivo, che nella vita sono un Dott. Commercialista, voi direte : e allora? Allora oggi libera da impegni ho esaminato bene quella che dovrebbe essere la NUOVA RIFORMA FISCALE  di Tremonti e mi permetto dall’alto della mia “ignoranza” di fare il sunto della medesima.
A parte gli obiettivi generali, che, se non fossero demagogici, potrebbero apparire apprezzabili - in quanto punterebbero a creare un blocco tra i lavoratori dipendenti e le imprese produttive – gratta gratta, nella sostanza le proposte presentate non andrebbero a favorire le classi meno abbienti.
Vediamo in sintesi perché.
 Tremonti parla di riforma fiscale a costo zero, il che significa senza nessun aggravio di costi per il bilancio dello Stato. E ciò andrebbe anche bene. Ma questa prima considerazione implica un corollario meno ottimistico: per ovvie ragioni la sua realizzazione andrà alle calende greche e creerà non poche difficoltà a coloro che a fine legislatura riceveranno dagli elettori il compito di governare.
La ventilata riforma tremontiana si basa su due principi cardini: ridurre le aliquote e trasferire l’imposizione dalle persone alle cose. Tradotto, quest’ultimo principio, vorrebbe dire l’aumento dell’Iva. Ora tutto ciò sottende una filosofia che, detto terra terra, significherebbe abbandonare il criterio dell’imposta progressiva per appiattirla attraverso l’aumento dell’imposizione indiretta. In pratica le aliquote sui redditi verrebbero tutte ridotte in percentuale e ridotte anche nel loro numero (da 5 a 3). In tal modo, ciò favorirebbe soprattutto i detentori dei redditi più alti; mentre l’eventuale aumento dell’IVA, necessario per far quadrare aritmeticamente i conti dello Stato, si scaricherebbe in egual misura su tutti i consumatori, con maggior peso sui detentori dei redditi più bassi.
Vi pare un ottima idea questa riforma tremontiana!!??

Infine, un ultima ingenua domanda: quella miriade di giovani disoccupati e precari che non riescono a trovare lavoro che 

beneficio avrebbero da simili provvedimenti!!??



martedì 14 giugno 2011

IL NANO E’ TRATTO!!

Leviamo un pensiero riconoscente al povero Silvio che, secondo Bossi (e molti altri), ci ha dato una mano prima a vincere le amministrative e poi a stravincere i referendum. Ma siccome neanche in questa fausta occasione ci piace accodarci al Senatur, neghiamo che Berlusconi abbia perso la sua capacità di comunicare.
Non è vero niente: Berlusconi, parlandone come da vivo, ha sempre detto le stesse bugie, scemenze e volgarità che dice ora. La differenza sta nel fatto che prima lo sgamavano solo quelli di sinistra, poi quelli del centro e ora lo hanno capito anche molti di destra.
E, checché ne dica Giuliano Ferrara, non c’è nessun cavaliere delle origini da resuscitare, perché lui è sempre lo stesso Cavaliere che, come ha scritto The Economist, ha fregato un intero Paese.
(Ndr: Ora l’intero paese ha fregato lui)
Ma basta sparare sul povero Sivio che il Signore lo abbia in gloria, parliamo un po’ dei leghisti ok?
II dirigenti della Lega sono furibondi e incazzatissimi contro il loro sodale e coeso  Silvio.
Troppo comodo Padani!
Sono 15 anni che, grazie alla complicità che gli avete dato, quest'uomo si è messo al riparo dai problemi che ha con la giustizia, che grazie alle leggi che assieme avete approvato ha allargato a dismisura il suo potere malefico e disonesto.
E' stato molto comodo sparare cazzate sulla secessione, sulla devoluzione, sul federalismo.
Vi è servito come foglia di fico per nascondere il vostro assalto alle poltrone siano state romane o locali. Vi siete accomodati tutti, cani , porci , figli ottusi e parentele varie.
Per voi è stato un vero bengodi, avete promulgato leggi che facevano a schiaffi con il buonsenso e la logica, leggi che avete definito voi stessi, con il vostro greve umorismo, porcate.
Ignoranti ed incapaci vi siete dati arie da statisti usando una supponenza sgradevole ed offensiva. La complicità concessa Berlusconi vi ha dato un ebbrezza che sembrava non dovesse finire mai.
Due ampolle riempite sul Monviso, quattro pisciatine nel “Sacro Fiume Po” il tutto contornato da un po' di fasulle cerimonie “Celtiche” ed ecco a voi la filosofia della politica!!
Qualche pernacchia e il dito medio mostrato in continuazione secondo voi erano gli ingredienti giusti per governare una Nazione?
Che incubo grottesco!!!
Oggi i nodi vengono al pettine. Siete davanti ad un risveglio che vi mette di fronte alla realtà.
Il Bunghista della P2 frana e voi, non potrebbe andare diversamente, da questa frana venite travolti.
Come belle fighe reagite sorpresi dai “Ceffoni” che prendete.
Ebbene preparatevi a diventare buoni incassatori, molto presto spero che quei ceffoni  si trasformino in legnate!
Concludo dicendo al  caro Maroni che il CORAGGIO puoi permettertelo con i tuoi soldi  non con quelli degli italiani!!!!

lunedì 13 giugno 2011

Compila il questionario per aiutare il nuovo Segretario Alfano a conoscere il suo popolo.

 Orientamento sessuale:
a) Casuale
b) Vorrei l’estinzione del genere umano
  Qual è il tuo rapporto con la religione?
a) Sono cristiano praticante.
b) Sono pieno di Spirito Santo e in missione per conto di Dio
  L’eutanasia è:
a) Un viaggio low cost
b) Un’occasione per fare il pieno di Barbera 
 Come definiresti la tua condizione economica?
a) Moderatamente ricco
b) Vergognosamente ricco
c) Silvio Berlusconi mi ha chiesto un prestito
 Quanto è movimentata la tua vita mondana?
a) 1 Lele Mora
b) 2 Lele Mora
c) 3 Lele Mora + 1Bunga Bunga 
Cosa saresti disposto a fare per andare in televisione?
a) Fare sesso con un uomo dell’età di mio nonno
b) Fare sesso con mio nonno
c) Vivere su un’isola con dei vip ripudiati dalla società
d)Mentire,mentire,mentire sempre..
 Come risolveresti il problema della droga?
a) Repressione e Discariche napoletane
b) Un vano segreto realizzato da un carrozziere di fiducia
 Accetti che le tue risposte vengano usate per pubblicità mirate, ricatti e killeraggio mediatico?
a) Sì
b) Accetto

Benvenuto, ora sei anche tu un fan di Alfano.

venerdì 10 giugno 2011

E la Rai rinnego' suo figlio .....

Michele Santoro lancia la sfida alla Rai.
 Caro Galimberti, caro Cda Rai, mi volete ancora? Anche solo per un euro vi offro una trasmissione televisiva capace di portare milioni di spettatori, milioni di euro di pubblicità e tanta attenzione mediatica verso l’azienda. Il contratto ora è risolto, non c’è più il problema della causa di lavoro, quindi ora la scelta tocca ai vertici Rai. Senza Santoro, la Tv pubblica ci perde o ci guadagna?La risposta è semplice e molto chiara. Michele Santoro è un fuoriclasse della televisione, criticabile per molte scelte o modi di fare spesso irritanti, ma nel suo mestiere è un numero uno. Non si può contestare questo dato, i numeri dell’Auditel e degli introiti pubblicitari lo evidenziano. Nessuno in Italia è capace di appassionare così tante persone alla politica in Tv come Santoro. Né i dibattiti sterili a  Ballarò, né tantomeno l’estremismo filo governativo di Porta a Porta potranno mai compensare la perdita di Annozero. In questo senso, la scelta per la Rai è molto semplice. Il servizio pubblico senza Michele Santoro è più povero, e chi acquista questo campione farà un affare. Ancora una volta chi ha i numeri lo ha dimostrato, ora sta agli altri decidere il futuro della Rai….
 Ps : piccolo pensiero su Brunetta >>>> Sei nato piccolo e piccolo resti…..e non mi riferisco al fisico.





giovedì 9 giugno 2011

La donna Berlusconide...

Ma vi siete mai chieste che razza di donna è la berlusconide ? 
Non parlo delle elettrici retequattrodipendenti, paurose dell’invasione dei comunisti e degli extracomunitari superdotati; delle nostalgiche ridotte ad accontentarsi di un duce nano imbroglione in fondotinta o delle comparse pensionate che si prestano alla celebrazione del culto del diosilvio di fronte ai tribunali per la modica cifra di un panino con il salame, non essendo più in età da bunga bunga.
Parlo di quelle scelte a rappresentare elettori ed elettrici e beneficiate per questo di un posto di ministro, deputata, sindaca o sottosegretaria e che, in ogni buona occasione, vengono paracadutate dei talk-show a rappresentare il silvio pensiero.
Addestrate ad aprire bocca solo per ripetere il disco con lo slogan preregistrato e che hanno probabilmente inserito nella schiena, come le bambole della mia infanzia, vomitano cazzate a getto come delle indemoniate. Nessun maestro della dialettica può farle ragionare  mentre parlano a vanvera delle imprese del loro pre-si-den-te-ber-lus-co-ni (ben scandito come una formula magica da streghe che rimestano nel pentolone) con quelle bocche che, se togli l’audio al televisore, ti sembra di guardare un film porno dove lui è già andato via e lei non se n’è accorta.
Delle due l’una. O per essere scelte da Silvio in politica bisogna essere già cretine in proprio oppure fanno loro un addestramento più terribile di quello dei marines, utilizzando tecnichea base di ROIPNOL con lo scopo finale di distruggere ogni residuo di pensiero indipendente ed eventualmente intelligente.
Per anni si è discusso sulla responsabilità del berlusconismo nella degradazione ad uso consumistico e voyeuristico del corpo femminile, la famigerata cultura della triade “cosce-tette-culi” che da trent’anni occupa ogni canale televisivo.
Ora, grazie alle ultime vicende giudiziarie, abbiamo avuto le prove che la televisione in Italia non è espressione della liberazione sessuale anni settanta ma nient’altro che una versione mediatica edulcorata del bunga bunga e la perfetta metafora del vecchio che fa puf, puf con la pompetta e si illude di essere Rocco Siffredi. Una pia illusione, come il fatto che il vecchio sia un grande statista.Perché le donne  per lui sono solo delle grandi put.....
Se finora la devastazione del femminino era riservata ai corpi, ora siamo passati ai cervelli e l’opera di dispregio verso la Donna in generale è quasi completa. Se questo maledetto berlusconismo un giorno finirà, alle sue spalle si lascerà, tra i numerosi cadaveri sul campo, anche quello della reputazione femminile in politica, così faticosamente costruito, dopo il buio fascista, da decenni di impegno di donne di tutte le classi sociali e di tutte le opinioni politiche.
Uno che dice di amare le donne avrebbe cercato il meglio in ogni campo, sarebbe andato ad offrire di collaborare al governo del paese alle donne studiose, preparate, che lavorano come muli faticando il doppio perché da loro ci si aspetta sempre di più che dagli uomini. Senza guardare solo lo stacco di coscia e la quinta di wonderbra ma alla sostanza, alle idee. Accettando perfino le brutte, se portatrici di grande professionalità.
E’ evidente però che un mediocre non può che circondarsi di mediocri.
Le ricche imprenditrici espressione di un governo di pura casta, vedi la Brambilla, la Prestigiacomo o la Lombrichetto Moratti (una delle poche carampane ammesse alla corte, assieme alla carampana chirurgicamente modificata Santanché)  non devono essere certo in grado di offuscare la (presunta) bravura del capo. Anzi, qualche magagnetta, qualche pregresso fallimento sono vivamente consigliati, visto che lui rischiava di fallire se non scendeva in politica, ormai lo sanno anche i sampietrini per strada.
Va bene che devono ripetere la lezioncina a pappagallo e che non è richiesta, per questo, una particolare attività cerebrale di tipo corticale. Che se non capiscono un cippo lippo della materia ministeriale della quale sono eventualmente destinate ad occuparsi, meglio. Tanto è il governo del far finta di fare.
E’ gente del suo livello, perché meravigliarsi?


mercoledì 8 giugno 2011

Che sia l’inizio della fine?

Questo 2 giugno che si festeggia nel 150° anno dell’unità d’Italia e nel 66° anno della Repubblica è pieno di speranza, come quello del ’45. Nel 1945 gli italiani andavano tutti a votare per il referendum: si doveva scegliere tra repubblica e monarchia. La maggior parte degli elettori si recava per la prima volta alle urne. Le donne non avevano mai votato, ma anche gli uomini erano stati privati del voto dalla dittatura: le ultime elezioni si erano svolte nel 1929. Pieni di entusiasmo e speranza andavano a costruire un’Italia nuova. Oggi siamo tutti più ricchi e più colti eppure l’Italia si sta avviando al sottosviluppo. Speriamo che con queste elezioni amministrative si sia dato il segno di voler tornare ad essere un paese pieno di energie e di voglia di andare avanti. Tra pochi giorni c’è un nuovo, importante appuntamento: il voto per i 4 referendum. Due sono sull’acqua. L’acqua è un bene di fondamentale importanza e non può essere oggetto di sfruttamento da parte dei privati: deve restare un bene pubblico. Poi c’è il referendum sul nucleare. Il nostro paese oggi è completamente dipendente dall’estero per quanto riguarda l’energia. Dovremmo sviluppare le energie rinnovabili prendendo esempio dalla Germania che ha anche rinunciato al nucleare. Anche noi dovremmo rinunciare al nucleare, ma senza abbandonare la ricerca come invece è stato fatto dopo Chernobyl. Infine c’è il referendum sul legittimo impedimento. Mi piace  ricordare (mia figlia studia legge e parla solo giuridichese)che la legge è uguale per tutti: è vergognoso che si faccia una norma perché il premier possa aggirare i processi che lo riguardano. Spero proprio che il 12 e il 13 giugno si raggiunga il quorum…. Finalmente respirare aria di pulito….

martedì 7 giugno 2011

Da grande voglio fare la “Responsabile”...

Mentre il partito di plastica si fa una plastica, Berlusconi tenta ancora di disinnescare i referendum, pur dicendo che tanto sono inutili. E siccome, parafrasando Oscar Wilde, niente è più indispensabile della cose inutili, il casino è grande sotto il Sole. Tutto sembra destinato a franare, perfino la religione nazionale del calcio, scosso da un ciclone di corruzione, compravendite, scommesse e infiltrazioni camorristiche. Tale e quale la politica del governo, che infatti, tace sulla questione, non avendo alcuna morale da fare ai campioni strapagati o anche ai campioncini pagati così così, cioè sempre cento volte più dei metalmeccanici, ai quali invece tutti fanno la morale. Sfilano nei tg la facce e i gol dei calciatori intercettati, i quali, sorpresa!, parlano un italiano meno volgare delle olgettine laureate. È immorale vendere e comprare le partite, è vero, ma, in fondo, è più antisportivo vendere le partite o le sorelle e le figlie? Meglio lasciarsi fare un gol o vendere se stessi in Parlamento? Magari, d’ora in avanti, per decenza, i giocatori venduti potremmo chiamarli «responsabili».


♥ LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...